Accoglienza da stadio all’Universitâ di Catanzaro per il primo giorno da docente di Francesco Caruso

CATANZARO – Accoglienza da stadio, con tanto di ovazione, per Francesco Saverio Caruso da parte degli studenti che hanno partecipato alla prima lezione tenuta dall'ex leader dei No global di "Sociologia dell'ambiente e del territorio" del corso di laurea in Sociologia dell'Università di Catanzaro. Dopo le polemiche che hanno accompagnato l'incarico, Caruso ha fatto il suo ingresso nell'aula della facoltà nel centro storico del capoluogo calabrese, raccogliendo gli applausi e le urla "Caruso, Caruso" dei ragazzi iscritti a seguire le lezioni.

Tutto si è svolto senza problemi. Non c'è stata alcuna azione plateale. Il sindacato indipendente di Polizia Coisp, che aveva preannunciato di voler incontrare Caruso per donargli un estintore avvolto in un ramoscello d'ulivo, ha poi desistito da qualsiasi protesta e l'arrivo del docente si è svolto nella massima tranquillità, sotto l'occhio attento della Digos. Ad attendere Caruso, oltre a tanti giornalisti e telecamere, gli studenti del corso, che hanno affisso uno striscione con scritto "Fuori la polizia dall'Università".

"Basandoci su un'idea di università autonoma – è detto in un volantino di Sociologia critica – rimandiamo al mittente il sarcastico benvenuto al prof. Caruso, mettendo in chiaro che la critica sociale è parte integrante della sociologia stessa. Mettere in discussione le fondamenta di questa società non significa corrompere e plagiare le menti dei giovani, bensì fornire loro strumenti di analisi e di azione che ogni cittadino e ancor più ogni sociologo deve avere". "Sono qui per tenere questo corso – ha detto Caruso aprendo la lezione – cercando di fare di tutto perché si svolga nel modo più normale e sereno. Le polemiche le lasciamo fuori dalla porta".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*