Anche un tunisino detenuto in Calabria tra i nove espulsi col sospetto di terrorismo

 

COSENZA – Tra i nove cittadini stranieri espulsi dall’Italia perché accusati di terrorismo di cui ha parlato domenica scorsa il ministro Alfano c’è un tunisino che si trovava in provincia di Cosenza. Si tratta di Dridi Sabri, di 44 anni, che ha finito di scontare nelle settimane scorse nel carcere di Rossano una condanna comminatagli nel 2010 per terrorismo internazionale e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Sabri il 30 dicembre scorso è stato accompagnato alla frontiera sulla base di un provvedimento di espulsione emesso nei suoi confronti dal prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao, ed eseguito dal questore, Luigi Liguori.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*