Assolto nel secondo d’appello padre Fedele Bisceglie. Pena ridotta al suo segretario

CATANZARO – Padre Fedele, l'ex frate accusato di violenza sessuale ai danni di una suora, è stato assolto per non aver commesso il fatto nel secondo processo d'appello dopo che la Cassazione aveva annullato la precedente condanna. Pena ridotta per il segretario dell'ex frate, Antonio Gaudio, condannato per un caso di violenza. Gaudio, in particolare, è stato assolto, perchè il fatto non sussiste (e non per non avere commesso il fatto) dall'accusa di avere violentato in due occasioni la religiosa ma è stato condannato per la violenza su una ospite dell'Oasi Francescana di Cosenza ed ha avuto inflitta una condanna a 3 anni e 4 mesi di reclusione (in primo grado gli erano stati comminati 6 anni e 3 mesi). Padre Fedele oggi non era presente in aula.

"Adesso spero di poter tornare a dire messa, altrimenti non ha valore. Se non tornassi a dirla sarei uno sconfitto". E' il primo commento di padre Fedele all'assoluzione. Dopo avere saputo la notizia, Fedele – sospeso a divinis ed allontanato dall'ordine dei cappuccini dopo la precedente condanna – si è recato in chiesa. "Ringrazio Gesù – ha detto all'ANSA – e la Madonna della Catena. Ho sempre creduto nell'assoluzione perché una cosa del genere neanche l'ho pensata. Perdono e prego per la suora perché si ravveda"

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*