Caulonia, iniziative per la XVIII giornata europea della cultura ebraica

Ilario Camerieri Quotidiano del Sud CAULONIA – Tra le iniziative per ricordare la XVIII giornata europea della cultura ebraica, quella di Caulonia per iniziativa della ricercatrice Maria Campisi, architetto conservatore dei beni architettonici e ambientali. la cui indagine storica ha messo in evidenza la presenza dei giudei al centro storico di Caulonia, precisamente nella zona San Biagio. Altresì, la ricerca sui toponimi ha fatto emergere un quadro vivace e attivo della giudecca con la presenza di un’area, detta “Manganello”, adibita alla lavorazione della seta. Ulteriori ricerche sull’evoluzione urbanistica di quell’area dell’abitato dell’antica Castelvetere, restituiscono un quadro permeato da tracce medievali, sovrapposizioni stilistiche di vari periodi e presenza di alcuni tratti della cinta muraria con ruderi delle torri di fortificazioni.

Un lavoro di ricerca dal quale è emerso lo status quaestionis sull’argomento “La Giudecca di Castelvetere”. Il convegno, presieduto dal sindaco Caterina Belcastro, ha registrato la relazione della ricercatrice nonché il contribuito di Maria Teresa Iannelli, già funzionario archeologo della Sovrintendenza archeologica della Calabria. Secondo la quale la “ricchezza di un costruito storico così stratificato lascia emergere la necessità di istituire un gruppo di lavoro per recuperare in modo sistematico e coordinato tale patrimonio, ai fini della valorizzazione e della fruizione turistica-culturale”. Aspetto, quest’ultimo, trattato da Maurizio Reale, vicepresidente Jonica Holidays consorzio albergatori, che oltre agli strumenti web per la divulgazione del patrimonio storico- culturale ha proposto la formazione di operatori e guide turistiche. Sicuramente non quelle offerte dal volontariato che sa tanto di sfruttamento. Tra gli intervenuti, l’assessore alla cultura Domenico Campisi che ha fatto proprie le ipotesi di lavoro emerse dal dibattito al punto assicurare una una prossima sessione dei lavori.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*