È morto Stefano Rodotà. Costituzionalista e politico, fu sempre legato alla Calabria

Pa.po. Corrieredellacalabria.it CORREVA L’ANNO 1983, Stefano Rodotà era candidato alle politiche in Calabria. Capolista era Achille Ochetto. Oltre sessantamila calabresi (62.894 per la precisione) votarono per lui. Anche a Cittanova dove, il 19 di giugno, Rodotà saliva sul palco per un comizio nella città degli agrari e della faida tra i Facchineri e i Raso-Albanese. Mafia e malapolitica, allora come oggi, assediavano quella ed altre comunità Aspromontane ma in quel 1983 almeno il fronte era chiaro. Lo ricordano bene “giovani” come Antonio Morano e Mommo De Maria (al quale dobbiamo le foto che oggi riproponiamo) e lo ricordano bene i tanti che a quel Rodotà non hanno mai voltato le spalle e che Rodotà non ha mai deluso. Oggi, silenti, lo piangono e lo rimpiangono. Altri starnazzano in queste ore con fiumi di comunicati autocelebrativi, monumenti a se stessi ed a quel che Rodotà ha sempre combattuto il familismo amorale.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*