Beni per un milione di euro sequestrati all'imprenditore Rosario Aricò

REGGIO CALABRIA – Beni per cir­ca un milio­ne di euro sono sta­ti seque­stra­ti da per­so­na­le del­la Dia di Reg­gio Cala­bria, con il coor­di­na­men­to del­la Dda, all'imprenditore Rosa­rio Ari­cò, di 57 anni, che ope­ra­va nel set­to­re dell'ortofrutta. Il seque­stro è sta­to dispo­sto dal Tri­bu­na­le su pro­po­sta del diret­to­re del­la Dia Nun­zio Anto­nio Fer­la. L'uomo, coin­vol­to nell'inchiesta "Archi", è sta­to con­dan­na­to a 6 anni e 8 mesi di reclu­sio­ne con sen­ten­za pas­sa­ta in giu­di­ca­to per asso­cia­zio­ne mafio­sa qua­le par­te­ci­pe del­la cosca Tega­no.

Secon­do l'accusa, avreb­be sup­por­ta­to le azio­ni cri­mi­na­li del­la cosca. Per l'emissione del prov­ve­di­men­to il Tri­bu­na­le ha tenu­to con­to anche del­la spro­por­zio­ne tra i red­di­ti dichia­ra­ti dall'uomo e dal suo nucleo fami­lia­re rispet­to agli acqui­sti effet­tua­ti nel tem­po. Con­tro Ari­cò han­no fat­to dichia­ra­zio­ni anche i col­la­bo­ra­to­ri di giu­sti­zia Gio­vam­bat­ti­sta Fra­ca­pa­ne e Rober­to Moio. Il seque­stro ha riguar­da­to una vil­let­ta e due appar­ta­men­ti, due auto e dispo­ni­bi­li­tà finan­zia­rie.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*