Fondi pubblici per il teatro agli “amici”, Oliverio replica alle Iene: «Campagna costruita sul nulla»

Quotidiano del Sud CATANZARO – «Da oltre un anno si sta utilizzando il bando 2016 per il sostegno alle iniziative teatrali con il chiaro obiettivo di sollevare polveroni e gettare ombre sulla nostra azione di governo. Si tratta di una campagna costruita sul nulla». Lo afferma, in una nota, il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio.

«Abbiamo già avuto modo di chiarire, un anno fa, con un comunicato pubblico – prosegue la nota di Oliverio – la regolarità delle procedure messe in atto dal dipartimento competente per il sostegno alle iniziative culturali. È bene ricordare che da parte di alcuni ricorrenti è stato proposto ricorso giurisdizionale al Tar della Calabria per richiedere l’annullamento della graduatoria e di alcuni aspetti del bando e che lo stesso Tar adito ha rigettato la richiesta di misura cautelare. L’azione di governo che ispira da sempre, con coerenza, la nostra condotta è fondata sul rispetto della legalità, l’affermazione dei diritti, la lotta ai privilegi ed alle clientele che hanno segnato per un lungo periodo la vita della Regione alimentando, anche sulle risorse destinate alle attività culturali, cerchie ristrette di interessi che evidentemente non si rassegnano al fatto che l’intervento pubblico deve garantire diritto di accesso e pari opportunità a tutti. Sono questi principi e condizioni irrinunciabili».

Il riferimento di Oliverio è evidentemente anche in risposta a un recente servizio de Le Iene, la trasmissione di Italia 1, nel quale veniva stimolato a rispondere a domande proprio sul bando e sul suo esito che avrebbe favorito componenti del suo staff. «Le pressioni, o peggio le intimidazioni, che in modo subdolo, anche utilizzando la disinformazione e/o l’informazione distorta, si tenta di mettere in atto – conclude il presidente Oliverio – non hanno condizionato, né condizioneranno la nostra condotta improntata alla trasparenza, alla tutela e al rispetto del bene comune».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*