Genova, sequestrati 185 chili di cocaina. Arrestate quattro persone, tra di loro un calabrese legato alla cosca Bellocco

GENOVA – Maxi seque­stro di dro­ga oggi nel por­to di Geno­va. I mili­ta­ri del­la Guar­dia di finan­za han­no arre­sta­to quat­tro per­so­ne e seque­stra­to 185 chi­li di cocai­na. Ci sareb­be la ndran­ghe­ta die­tro il traf­fi­co di cocai­na sco­per­to dal­la Guar­dia di Finan­za al por­to di Geno­va che ha por­ta­to al seque­stro di 185 chi­li di dro­ga del valo­re di 75 milio­ni di euro. Dei quat­tro uomi­ni arre­sta­ti la scor­sa not­te, tre sono dipen­den­ti del Ter­mi­nal Vte di Geno­va, den­tro a cui si è svol­ta l'operazione, uno è Pasqua­le Furu­li, cala­bre­se, 39 anni, ricer­ca­to per seque­stro di per­so­na, rapi­ne e ricet­ta­zio­ne. Secon­do quan­to accer­ta­to, sareb­be affi­lia­to al clan Bel­loc­co.

Secon­do quan­to rico­strui­to, due dipen­den­ti del ter­mi­nal avreb­be­ro pre­le­va­to da un con­tai­ner pro­ve­nien­te dal Perù con un cari­co di ori­ga­no alcu­ni bor­so­ni pie­ni di dro­ga. Dopo aver­li cari­ca­ti su un'auto di ser­vi­zio avreb­be­ro mes­so la dro­ga su altre due auto fuo­ri dal por­to, dove aspet­ta­va­no gli altri due. In casa di uno degli arre­sta­ti sono sta­ti tro­va­ti 90 mila euro. I tre dipen­den­ti del Vte arre­sta­ti sono Roc­co Labrio­la, 42 anni, Nader Al Sama­raye, 32 anni, Gui­do Gabrie­le, 42 anni, tut­ti geno­ve­si.