Gioia Tauro, il concorso “della discordia”

Gazzettadelsud.it GLI EFFETTI di un concorso bandito nel 2008, a distanza di otto lunghi anni, rischiamo di minare la stabilità dell’amministrazione comunale.

Nei giorni scorsi l’avvocato Rosaria Saffioti, moglie del consigliere comunale di maggioranza Alessandro Cavallaro – candidato nelle file di Forza Italia e subentrato a Maria Grazia Fondacaro, dichiarata ineleggibile – ha protocollato un corposo fascicolo intimando formalmente al Comune di avviare tutti gli atti necessari alla propria assunzione a tempo indeterminato come funzionario, con il profilo di “Istruttore direttivo amministrativo contabile” e chiedendo all’ente il risarcimento dei danni subìti.

Un diritto che la professionista assume aver consolidato per una serie di motivazioni che cercheremo di ricostruire.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*