Giovanardi (Idea): "Mai avuti contatti con la ndrangheta"

Carlo Giovanardi

BOLOGNA – "Non ho mai avu­to con­tat­ti diret­ti o indi­ret­ti con espo­nen­ti del­la ndran­ghe­ta. Sono solo inter­ve­nu­to per le impre­se mode­ne­si, sal­van­do­le". Lo dice all'Ansa il sena­to­re di Idea, Car­lo Gio­va­nar­di, inter­pel­la­to sull'indagine del­la Dda di Bolo­gna di cui scri­ve l'Espresso, in cui rispon­de­reb­be di rive­la­zio­ne e uti­liz­za­zio­ne di segre­ti d'ufficio e minac­cia o vio­len­za a un cor­po poli­ti­co, ammi­ni­stra­ti­vo o giu­di­zia­rio del­lo Sta­to, con l'aggravante di aver age­vo­la­to l'associazione mafio­sa al cen­tro dei pro­ces­si Aemi­lia. Gio­va­nar­di, secon­do l'accusa rico­strui­ta dal set­ti­ma­na­le, avreb­be uti­liz­za­to noti­zie riser­va­te e fat­to pres­sio­ni inde­bi­te per sal­va­re dall'interdittiva anti­ma­fia del pre­fet­to una socie­tà di costru­zio­ni mode­ne­se, la Bian­chi­ni, esclu­sa dai lavo­ri pub­bli­ci per­ché con­di­zio­na­ta dal­le cosche: il tito­la­re è attual­men­te a pro­ces­so.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*