Il generale dei carabinieri Bozzo: "Giovanni Senzani conosceva l'ex generale Delfino"

ROMA -"E' emer­sa una novi­tà dav­ve­ro impor­tan­te dall'audizione al gene­ra­le Nico­lò Boz­zo, tra i prin­ci­pa­li col­la­bo­ra­to­ri di Car­lo Alber­to dal­la Chie­sa, svol­ta oggi a Geno­va. Boz­zo ha infat­ti ammes­so in due diver­si pas­sag­gi del­la sua testi­mo­nian­za che l'ex br Gio­van­ni Sen­za­ni e l'ex gene­ra­le dei Cara­bi­nie­ri Fran­ce­sco Del­fi­no si cono­sce­va­no. Glie­lo rife­ri­ro­no i suoi col­la­bo­ra­to­ri. Boz­zo cono­sce­va Del­fi­no anche con il nome di Fran­co, men­tre in diver­se sen­ten­ze, tra cui quel­la sul Gol­pe Bor­ghe­se, Del­fi­no è noto come Pali­nu­ro, cir­co­stan­za sem­pre smen­ti­ta dall'interessato. La testi­mo­nian­za di Boz­zo apre, come è evi­den­te, sce­na­ri inve­sti­ga­ti­vi dav­ve­ro impor­tan­ti, per que­sto cre­do che vada dato atto al gene­ra­le del­la volon­tà di rom­pe­re alcu­ni muri fino ad oggi rite­nu­ti inva­li­ca­bi­li". Così Gero Gras­si, com­po­nen­te del­la Com­mis­sio­ne d'Inchiesta sul seque­stro e la mor­te di Aldo Moro.