Il Pd reggino replica: “Solo 20 iscritti passati a Mdp”

REGGIO CALABRIA – “Prendiamo atto con sincero dispiacere che circa venti iscritti al Partito Democratico della provincia di Reggio Calabria abbiano firmato, assieme ad altri che o non hanno mai fatto parte del Pd o da molti anni non vi appartenevano più, il documento con cui annunciano l’adesione a Mdp”. E’ quanto si legge in una nota della Commissione provinciale per il tesseramento della Federazione metropolitana di Reggio Calabria del Pd in merito all’annuncio dato da Mdp dell’adesione di un centinaio di esponenti democrat. “Senza alcuna polemica – prosegue il Pd – rivolgiamo agli amici e compagni che hanno deciso di sposare le posizioni di questa formazione politica un sincero in bocca al lupo. La loro è scelta che rispettiamo ma che, ovviamente, non condividiamo. Siamo fermamente convinti, infatti, che le posizioni e la linea nazionale del gruppo dirigente di Mdp siano anacronistiche e rivolte a un passato che non tornerà più. Una ennesima scissione non porta alcun contributo al ripensamento delle rivendicazioni della Sinistra in Italia; piuttosto, rompe la voce di chi si riconosce nei valori democratici e progressisti e, per un effetto perverso, rafforza chi propaga rotture sociali ed involuzioni nazionaliste. La politica non può nutrirsi di nostalgia, ma deve dimostrare la capacità di guardare all’orizzonte lungo del futuro e di sintonizzarsi sulla lunghezza d’onda di una società in continua evoluzione”. “Nel merito della scelta dei venti democrat che hanno deciso di allontanarsi dal Pd – conclude la nota – siamo convinti che esista una sorta di peccato originale che vizia a monte l’intera operazione. Dopo una battaglia congressuale, nessuno deve sbattere la porta e andare via, ma occorre procedere tutti assieme, sostenendo con coerenza e forza la linea scelta dal partito. Sono le regole della democrazia che noi pratichiamo, non predichiamo”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*