La Corte di Cassazione annulla il divieto di dimora in Calabria per Nicola Adamo

CATANZARO – La Cor­te di Cas­sa­zio­ne ha annul­la­to sen­za rin­vio il divie­to di dimo­ra in Cala­bria dispo­sto dal giu­di­ce per le inda­gi­ni pre­li­mi­na­ri di Reg­gio Cala­bria nei con­fron­ti dell'ex con­si­glie­re regio­na­le Nico­la Ada­mo, nell'ambito dell'inchiesta sul­le spe­se dei grup­pi con­si­lia­ri del­la Regio­ne. Lo si è appre­so da una nota dei difen­so­ri di Ada­mo, gli avvo­ca­ti Fabio Viglio­ne ed Ugo Cele­sti­no, che han­no espres­so "viva sod­di­sfa­zio­ne per il prov­ve­di­men­to del­la Cor­te di Cas­sa­zio­ne". "La fidu­cia che, assie­me al nostro assi­sti­to, abbia­mo da sem­pre ripo­sto nel­la magi­stra­tu­ra – affer­ma­no, in una nota, gli avvo­ca­ti Viglio­ne e Cele­sti­no – ha tro­va­to anco­ra una vol­ta sicu­ro riscon­tro: la Supre­ma Cor­te, acco­glien­do pie­na­men­te il nostro ricor­so, ha resti­tui­to all'on. Ada­mo il pie­no dirit­to di far rien­tro in Cala­bria da libe­ro cit­ta­di­no. Sia­mo altre­sì con­vin­ti che il pro­ces­so fughe­rà ogni dub­bio sul­la cor­ret­tez­za dell'operato isti­tu­zio­na­le del nostro assi­sti­to".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*