Le linee strategiche della Zes approvate dalla Giunta regionale

Bruno Gemelli Quotidiano del Sud CATANZARO – Semaforo verde per la Zona economica speciale della Calabria il cui il piano di sviluppo strategico è stato approvato ieri pomeriggio dalla giunta regionale. Il provvedimento sarà presentato al pubblico mercoledì 4 aprile a San Ferdinando nel corso di una apposita iniziativa. Al decimo piano della Cittadella la pratica è stata definita “Una grande occasione per la Calabria”. «Un atto importante recita una nota della presidenza che giunge a conclusione di un percorso iniziato nel 2015 con l’impegno della Giunta e del Consiglio Regionale che hanno avviato una proposta concreta di Zes pienamente compatibile con le indicazioni europee. Un percorso, ancora, condiviso con forze sociali, organizzazioni sindacali, datoriali e che ha portato nello scorso mese di luglio all’approvazione da parte del Parlamento alla legge istitutiva della Zes ed al successivo Dpcm del gennaio 2018 che ha normato le modalità di presentazione del piano di sviluppo strategico».

Il risultato arriva a valle del rapporto instaurato tra la Regione ed il ministero della Coesione e dello sviluppo del Mezzogiorno. Il percorso per la definizione della proposta di piano strategico della Zes, previsto dalla legge, è stato contrassegnato da un confronto ininterrotto con gli enti titolati che hanno stabilito relazioni continue, a partire dall’Autorità portuale, dalla Direzione marittima, da Corap e Sacal e con confronti programmatici con forze sociali, sindacali, datoriali, università, enti locali interessati, Città metropolitana e Province, Camere di Commercio. «Con l’approvazione del piano strategico della Zes da parte della Giunta Regionale ha commentato il presidente Mario Oliverio si conclude un lavoro impegnativo per la realizzazione di un obiettivo strategico per lo sviluppo della nostra regione. Dopo decenni di auspici, di proclamazione di impegni assunti a ripetizione oggi possiamo dire che si è passati dalle parole ai fatti e che finalmente la Calabria si dota di uno strumento di sviluppo che aprirà concrete opportunità per il sistema delle imprese, per l’occupazione e per il territorio. Gioia Tauro e la sua area portuale ed industriale continua costituisce il cuore di un progetto che coinvolge anche le altre aree portuali di Vibo, Crotone, Corigliano, Villa San Giovanni e Reggio Calabria, le aree aeroportuali di Lamezia, Crotone e Reggio Calabria e le aree industriali vocate».

Il governatore ha poi ringraziato il ministro Claudio De Vincenti «il cui ruolo è stato decisivo per la realizzazione di questo importante obiettivo; colgo anche l’occasione per ringraziare l’assessore Francesco Russo che ha seguito con competenza, costanza e passione l’intero iter che ha portato alla conclusione odierna positiva». Il quale Russo ha aggiunto: «Il piano di sviluppo per la Zes costituisce insieme ai contratti di sviluppo ed alla legge 181 una possibilità per recuperare il divario storico e consentire che si avvii e si consolidi il percorso di crescita intrapreso».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*