"Metropolis": chiesta l'assoluzione per un ex terrorista dell'IRA, Fitzsimons

Clau­dio Cor­do­va Ildispaccio.it REGGIO CALABRIA – I sosti­tu­ti pro­cu­ra­to­ri del­la Dda di Reg­gio Cala­bria, Anna­ma­ria Fru­sta­ci e Simo­na Fer­ra­iuo­lo, han­no chie­sto l'assoluzione nei con­fron­ti di Hen­ry James Fitzsi­mons, irlan­de­se con un pas­sa­to nel­le cel­lu­le ter­ro­ri­sti­che dell'IRA, coin­vol­to nell'inchiesta "Metro­po­lis", sugli affa­ri impren­di­to­ria­li del­le cosche del­la fascia joni­ca reg­gi­na. I pm Fru­sta­ci e Fer­ra­iuo­lo han­no chie­sto l'assoluzione anche nei con­fron­ti di un altro impu­ta­to eccel­len­te, Anto­nio Velar­do.

Due richie­ste che fan­no rumo­re, anche per­ché, per il resto, la mano del­la Pro­cu­ra del­la Repub­bli­ca è pesan­te con richie­ste che van­no fino ai 22 anni di Anto­nio Cup­pa­ri. Sono in tut­to 140 gli anni di car­ce­re richie­sti dal­la Dda. Alla sbar­ra, tra gli altri, Roc­co Aqui­no (richie­sta di 10 anni), ma anche Roc­co Mora­bi­to (16 anni la richie­sta). L'inchiesta "Metro­po­lis" ver­rà con­dot­ta con­tro un'associazione inter­na­zio­na­le atti­va nel set­to­re dell'edilizia per la rea­liz­za­zio­ne e lo sfrut­ta­men­to di impian­ti turi­sti­ci.

L'indagine fece emer­ge­re, oltre che la figu­ra di boss qua­li Roc­co Mora­bi­to e Roc­co Aqui­no, espo­nen­ti di spic­co del­le omo­ni­me cosche, anche quel­la dell'irlandede Hen­ry James Fitzsi­mons, nato Bel­fa­st nel 1949. Ini­zial­men­te i pm cre­de­va­no che que­sti fos­se l'uomo che l'IRA, l'organizzazione ter­ro­ri­sti­ca irlan­de­se, uti­liz­ze­reb­be come testa di pon­te per i pro­pri affa­ri eco­no­mi­ci. Fitzsi­mons, in pas­sa­to con­dan­na­to comun­que per un atten­ta­to dina­mi­tar­do in Irlan­da, sareb­be il cas­sie­re dell'organizzazione ter­ro­ri­sti­ca.

In Cala­bria, inve­ce, avreb­be stret­to un rap­por­to con Anto­nio Cup­pa­ri e Anto­nio Velar­do, un uomo con pre­ce­den­ti per traf­fi­co inter­na­zio­na­le di stu­pe­fa­cen­ti, impie­gan­do, alme­no dal luglio 2007, som­me di dena­ro nel­la costru­zio­ne del com­ples­so turi­sti­co deno­mi­na­to "Gio­iel­lo del mare" sito in Fra­zio­ne Gala­ti del Comu­ne di Bran­ca­leo­ne. Un'idea che, evi­den­te­men­te, la Dda di Reg­gio Cala­bria ha modi­fi­ca­to nel cor­so del dibat­ti­men­to di fron­te al Tri­bu­na­le di Locri. 

Roc­co Aqui­no 10 anni Fran­ce­sco Arca­di 5 anni 6 mesi Domin­go Diaz Ber­nal 5 anni 6 mesi Ales­san­dro Ciril­lo 3 anni Anto­nio Cup­pa­ri 22 anni Jor­ge Pablo Sagre­do Lam­ber­ti 4 anni 6 mesi Dome­ni­co Anto­nio Mirar­chi 3 anni Roc­co Mora­bi­to 16 anni Dome­ni­co Anto­nio Muc­ca­ri 5 anni 6 mesi Jona­than Posca 3 anni Anto­nio Rai­mon­do 4 anni 6 mesi Gene­ro­so Scop­pa 3 anni Maria Rosa Scul­li 3 anni Fau­sto Otta­vio Stran­gio 6 anni Seba­stia­no Sisto Stran­gio 3 anni Dome­ni­co Val­lo­ne 6 anni 4 mesi Bru­no Ver­di­glio­ne 13 anni Dome­ni­co Vita­le 12 anni Seba­stia­no Vot­ta­ri 3 anni Car­me­lo Bor­rel­lo 2 anni Fran­ce­sco Iofri­da 2 anni 3 mesi Anto­ni­no Iri­ti 2 anni 3 mesi Anto­ni­no Seba­stia­no Tosca­no 2 anni 3 mesi Asso­lu­zio­ni Hen­ry James Fitzsi­mons Anto­nio Velar­do