Migrazioni, Oliverio al ministero dell’Interno: “Urgente intervenire sulla tendopoli di San Ferdinando”

CATANZARO – Il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, ha avuto un colloquio telefonico con il prefetto Mario Morcone, Capo Dipartimento per "le libertà civili e l'immigrazione" del Ministero dell'Interno, al quale ha sottoposto problematiche relative all'insediamento degli immigrati di San Ferdinando, nella Piana di Gioia Tauro. Oliverio – informa una nota dell'Ufficio stampa della Giunta regionale – ha rappresentato al prefetto Marcone "la necessità di assumere urgenti ed adeguate iniziative al fine di realizzare le condizioni basilari per consentire una sistemazione dignitosa agli oltre settecento immigrati che vivono in questo insediamento".

ansa - giuliana devivo - Illegal immigrants are seen in a detention center in Kyprinos, in the region of Evros, at the Greek-Turkish bordersIn particolare, Oliverio ha chiesto a Morcone di "verificare la disponibilità di 'container' e moduli per i servizi. Lo stesso Presidente ha proposto l'istituzione di un fondo di trecentomila euro nel bilancio regionale, già approvato dalla commissione Bilancio". Ieri, il presidente Oliverio, in merito alla problematica dei migranti di San Ferdinando, aveva partecipato, accompagnato dal Dirigente della Protezione civile regionale, Carlo Tansi ad una riunione operativa promossa dal prefetto di Reggio Calabria Claudio Sanmartino. "Ritengo necessario – ha detto Oliverio – intervenire con urgenza affinché il Centro immigrati di San Ferdinando sia messo nelle condizioni di garantire la dignità di centinaia di persone. L'obbiettivo deve essere quello di cancellare luoghi come quello di San Ferdinando, realizzando un progetto di accoglienza ed integrazione diffuse sul territorio. Tuttavia, nell'immediato, é necessario agire per garantire le condizioni minime del vivere civile nell'insediamento di San Ferdinando. Ho chiesto al prefetto Morcone un intervento adeguato ed urgente del Ministero in questa direzione. Devo dire che ho riscontrato ascolto e sensibilità. Per quanto ci riguarda, pur non avendo la Regione dirette competenze in merito, abbiamo sentito il dovere di assumere questa iniziativa di destinare risorse nei limiti del nostro bilancio".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*