Operazione Mandamento. Si dimette l'assessore regionale Carmen Barbalace

CATANZARO – L'assessore allo Svi­lup­po eco­no­mi­co e alla pro­mo­zio­ne del­le Atti­vi­tà pro­dut­ti­ve del­la Regio­ne Cala­bria, Car­men Bar­ba­la­ce, si è dimes­sa. A comu­ni­car­lo è sta­to lo stes­so asses­so­re Bar­ba­la­ce inda­ga­ta nel­la qua­li­tà di dipen­den­te dell'ente regio­na­le, nell'inchiesta con­dot­ta dal­la Dda di Reg­gio Cala­bria che ha por­ta­to al fer­mo di 116 per­so­ne accu­sa­te di fare par­te del­le più impor­tan­ti cosche del "man­da­men­to" joni­co del­la ndran­ghe­ta. I rea­ti con­te­sta­ti a Bar­ba­la­ce, che fa par­te del­la Giun­ta regio­na­le dal 2015, si rife­ri­sco­no a un perio­do ante­ce­den­te alla sua nomi­na asses­so­ri­le e sono abu­so d'ufficio in con­cor­so, truf­fa aggra­va­ta e truf­fa aggra­va­ta per il con­se­gui­men­to del­le ero­ga­zio­ni pub­bli­che.

Nel­la let­te­ra invia­ta al pre­si­den­te del­la Regio­ne, Bar­ba­la­ce, moti­va la pro­pria deci­sio­ne par­lan­do di "pro­fon­da ama­rez­za che nasce dal­la con­sa­pe­vo­lez­za dell'assoluta estra­nei­tà del­la mia per­so­na rispet­to ai con­te­sti cri­mi­na­li che ven­go­no descrit­ti nel prov­ve­di­men­to emes­so dal­la Pro­cu­ra del­la Repub­bli­ca di Reg­gio Cala­bria e dal­la cor­ret­tez­za tra­spa­ren­za e one­stà che han­no impron­ta­to la mia azio­ne ammi­ni­stra­ti­va. Le mie dimis­sio­ni – pro­se­gue – costi­tui­sco­no un atto di asso­lu­to e incon­di­zio­na­to rispet­to nei con­fron­ti del­la magi­stra­tu­ra e, soprat­tut­to, dei cit­ta­di­ni cala­bre­si. Non pos­so esi­mer­mi, nel con­tem­po, dall'esprimere le mie per­ples­si­tà in ordi­ne ai mec­ca­ni­smi che inne­sca l'ipotesi di rea­to, tut­ta da veri­fi­ca­re, e ai rifles­si che river­be­ra in ambi­to uma­no e poli­ti­co- ammi­ni­stra­ti­vo". "Non ho il ben­ché mini­mo dub­bio – aggiun­ge anco­ra Bar­ba­la­ce – sul fat­to che i magi­stra­ti reg­gi­ni, ascol­ta­te le mie ragio­ni, san­ci­ran­no la mia estra­nei­tà rispet­to a qual­si­vo­glia ipo­te­si di rea­to. Ma sarà pas­sa­to un tem­po inac­cet­ta­bi­le, infi­ni­to. E nes­su­no potrà risto­rar­mi dei dan­ni che fino ad allo­ra avrò subi­to. A Mario Oli­ve­rio e ai col­le­ghi del­la giun­ta con­se­gno, in uno con i rin­gra­zia­men­ti per la fidu­cia sin qui accor­da­ta­mi, il frut­to del mio lavo­ro".

"Le dimis­sio­ni dell'assessore Bar­ba­la­ce dal­la Giun­ta regio­na­le sono la con­fer­ma del­la sua sen­si­bi­li­tà e del suo rigo­re. Sen­si­bi­li­tà e rigo­re che han­no con­tras­se­gna­to la sua fun­zio­ne di asses­so­re regio­na­le alle atti­vi­tà pro­dut­ti­ve nel­la mia giun­ta". E' quan­to affer­ma, in una nota, il pre­si­den­te del­la Giun­ta regio­na­le del­la Cala­bria, Mario Oli­ve­rio. "Pur trat­tan­do­si di vicen­de giu­di­zia­rie che nul­la han­no a che fare con la sua fun­zio­ne di asses­so­re regio­na­le ma rela­ti­ve ad una fase pre­ce­den­te che la vedo­no inda­ga­ta per il suo ruo­lo di diri­gen­te del­la Regio­ne – pro­se­gue Oli­ve­rio – Car­men Bar­ba­la­ce ha assun­to la deci­sio­ne di dimet­ter­si per un 'atto di asso­lu­to ed incon­di­zio­na­to rispet­to nei con­fron­ti del­la magi­stra­tu­ra e, soprat­tut­to, dei cit­ta­di­ni cala­bre­si'. Sen­to di dover rin­gra­zia­re Car­men per l'impegno e la sobrie­tà che han­no carat­te­riz­za­to il suo lavo­ro alla gui­da dell'assessorato". "Sono cer­to – con­clu­de il pre­si­den­te del­la Regio­ne Cala­bria- che saprà dimo­stra­re la sua estra­nei­tà per una vicen­da per la qua­le risul­ta inda­ga­ta".

"Pren­dia­mo atto del­le dimis­sio­ni di Car­men Bar­ba­la­ce dal­la Giun­ta regio­na­le per via del­le vicen­de giu­di­zia­rie che la vedo­no coin­vol­ta nel­le sue fun­zio­ni di diri­gen­te regio­na­le in un perio­do pre­ce­den­te al suo ingres­so nel gover­no del­la Regio­ne. E' dove­ro­so un rico­no­sci­men­to del corag­gio e del­la coe­ren­za del suo pas­so indie­tro e, nel­la cer­tez­za che pre­sto dimo­stre­rà la sua estra­nei­tà ai fat­ti che le ven­go­no con­te­sta­ti dal­la magi­stra­tu­ra di Reg­gio Cala­bria, la rin­gra­zia­mo del lavo­ro svol­to da asses­so­re alle Atti­vi­tà pro­dut­ti­ve". E' quan­to si affer­ma in un comu­ni­ca­to del­la segre­te­ria regio­na­le del Pd cala­bre­se.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*