Pedemontana. Il Pci: “Longo ha interesse a vedere divise Polistena e Cinquefrondi”

Polistenanews.it POLISTENA – “Se ci sono arrampicatori di professione, quelli non sono né i comunisti né chi come il compagno sindaco di Polistena Michele Tripodi, difendono con coerenza le proprie idee e si battono per i bisogni di tutto il territorio”. Con queste parole si apre la nota congiunta firmata dalle sezioni del Pci di Polistena e Cinquefrondi in merito alla vicenda pedemontana. “Arrampicatori infatti sono coloro che pur di ambire a carriere personali fanno di tutto per aprirsi nuove strade” e i comunisti riconducono in questa “categoria” proprio il vicesindaco di Cinquefrondi, Giuseppe Longo. Ringraziando il compagno Michele Tripodi, artefice dello sblocco dell’opera quando lo stesso rivestiva la carica di assessore in Provincia, il Pci sostiene che “Longo dovrebbe chiedere scusa per le castronerie che sono state dette in merito allo svincolo”.

“Con il successivo allargamento delle strade di raccordo già esistenti, proposta avanzata dal sindaco di Polistena, sarà possibile rendere funzionale lo svincolo di contrada Grecá e collegarlo direttamente con la parte alta di Polistena e la villa comunale di Cinquefrondi”. Il Pci accusa quindi Longo di avere interesse a vedere “divise e rivali” le comunità di Polistena e Cinquefrondi. In merito alla questione espropri, il Pci sostiene che in realtà nulla cambierà per i proprietari, “se non in minima parte”, poiché le superfici occupate dalle rotatorie sarebbero quasi le stesse di quelle previste per i precedenti svincoli. “Laddove si aprono e asfaltano nuove strade, i sacrifici degli espropri sono sempre ripagati dalla successiva valorizzazione delle stesse proprietà e dei terreni che in questo caso, ricadendo in contrada Grecà, contrada Ventriconi, contrada Sgradì, in prossimità dello svincolo, cresceranno anche in termini di valore economico.”

E sferzando un attacco meramento politico, le sezioni di Polistena e Cinquefrondi chiedono a Longo “ormai di fatto folgorato sulla via del Partito Democratico” di “smettere di stare con un piede in due scarpe, all’interno del Pd e dell’amministrazione cinquefrondese, dove il Pd è all’opposizione”. Il Pci auspica quindi che vengano trovate le risorse per il collegamento con la Sgc anche in direzione Rosarno/A2.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*