Pop-filosofi e Giappone. Sabato 23 giugno incontro con Fabio D. Palumbo alla libreria Universalia di Reggio Calabria

Asso­cia­zio­ne Cul­tu­ra­le Liber i. a. Uni­ver­sa­lia, Comu­ni­ca­to REGGIO CALABRIA – Quar­to appun­ta­men­to con il ciclo "Filo­so­fi tra i libri", que­sta vol­ta non saba­to, ma vener­di 23 giu­gno, sem­pre alle 21, sem­pre pres­so la sede dell'associazione Uni­ver­sa­lia, in via Tre­vi­so 41 a Reg­go Cala­bria. L'autore del­la con­fe­ren­za sarà Fabio Dome­ni­co Palum­bo, intro­dur­rà Gian­fran­co Cor­dì.

Qual è il tem­po sto­ri­co in cui è immer­so il Giap­po­ne con­tem­po­ra­neo? È dav­ve­ro in bili­co tra pre-moder­ni­tà e post-moder­ni­tà, sen­za ave­re mai attra­ver­sa­to il moder­no? Uno degli inter­pre­ti più atten­ti del post­mo­der­no nip­po­ni­co è senz'altro Azu­ma Hiro­ki, cui potreb­be esse­re attri­bui­ta l'etichetta, già deleu­zia­na, di pop-filo­so­fo. In effet­ti, l'orizzonte del­la pop cul­tu­re e del­la sub­cul­tu­ra ota­ku diven­ta per Azu­ma la cifra del­la post-moder­ni­tà giap­po­ne­se. La let­tu­ra di Azu­ma spa­zia da Hegel a Lyo­tard, dall'animazione ai video­ga­me, rive­lan­do­ci i codi­ci cul­tu­ra­li di un imma­gi­na­rio giap­po­ne­se inve­ro sem­pre più glo­ba­le.

Fabio Dome­ni­co Palum­bo è dot­to­re di ricer­ca in “Meto­do­lo­gie del­la filo­so­fia” (Uni­ver­si­tà di Mes­si­na) col­la­bo­ra con la cat­te­dra di Este­ti­ca del dipar­ti­men­to di Civil­tà anti­che e moder­ne (Uni­ver­si­tà di Mes­si­na). Ha stu­dia­to a Mes­si­na e Pado­va. Suoi ambi­ti di ricer­ca sono la post­mo­der­ni­tà, la psi­coa­na­li­si e le cul­tu­re dell'Estremo Orien­te. Per Mime­sis ha pub­bli­ca­to nel 2015 il volu­me "Eco­no­mia del desi­de­rio. Freud, Deleu­ze, Lacan".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*