Porto di Gioia Tauro, occupata l'A2. Protesta sospesa dopo che il governo ha convocato le parti per mercoledi

REGGIO CALABRIA – "Colo­ro che han­no bloc­ca­to il trat­to auto­stra­da­le ver­ran­no segna­la­ti pres­so le com­pe­ten­ti sedi giu­di­zia­rie". Lo affer­ma, in un comu­ni­ca­to, il que­sto­re di Reg­gio Cala­bria, Raf­fae­le Gras­si, facen­do rife­ri­men­to alla pro­te­sta mes­sa in atto oggi dai lavo­ra­to­ri del por­to di Gio­ia Tau­ro. "Si trat­ta – aggiun­ge il Que­sto­re Gras­si – di inac­cet­ta­bi­li for­me di pro­te­sta che cal­pe­sta­no i dirit­ti san­ci­ti dai prin­ci­pi costi­tu­zio­na­li. La liber­tà di mani­fe­sta­zio­ne tro­va un limi­te neces­sa­rio nel rispet­to dell'altrui sicu­rez­za ed inco­lu­mi­tà. Il lavo­ro è un dirit­to che deve esse­re garan­ti­to e tute­la­to a tut­ti i costi, ma ciò che non può esse­re tol­le­ra­to sono le con­dot­te che sfo­cia­no nel­la ille­ga­li­tà". "Solo dopo l'intervento del per­so­na­le del­la Poli­zia di Sta­to – si affer­ma in un comu­ni­ca­to del­la Que­stu­ra di Reg­gio – si è riu­sci­ti a sbloc­ca­re la situa­zio­ne ed a ripri­sti­na­re il rego­la­re flus­so vei­co­la­re auto­stra­da­le. L'intervento del­la Poli­zia di Sta­to si è reso neces­sa­rio per scon­giu­ra­re pos­si­bi­li inci­den­ti stra­da­li ed il con­se­guen­te veri­fi­car­si di even­ti dan­no­si per l'incolumità sia dei mani­fe­stan­ti che del traf­fi­co vei­co­la­re in tran­si­to, par­ti­co­lar­men­te inten­so visto l'approssimarsi del­le festi­vi­tà pasqua­li". "È in cor­so l'attività di iden­ti­fi­ca­zio­ne – con­clu­de la nota – al fine del suc­ces­si­vo defe­ri­men­to dei mani­fe­stan­ti all'autorità giu­di­zia­ria". (18:53)

"I lavo­ra­to­ri del por­to di Gio­ia Tau­ro, che sta­mat­ti­na ave­va­no occu­pa­to la cor­sia nord dell'autostrada Saler­no Reg­gio Cala­bria, all'altezza del­lo svin­co­lo per Gio­ia Tau­ro, in segno di pro­te­sta con­tro gli esu­be­ri dichia­ra­ti dal­la Socie­tà ter­mi­na­li­sta, han­no inter­rot­to l'azione riven­di­ca­ti­va dopo ave­re appre­so la noti­zia del­la riu­nio­ne fis­sa­ta per mer­co­le­di pros­si­mo, nel­la sede del mini­ste­ro del­le Infra­strut­tu­re e dei Tra­spor­ti, gra­zie all'intervento del pre­fet­to di Reg­gio, Miche­le di Bari pres­so il mede­si­mo Dica­ste­ro". Lo rife­ri­sce un comu­ni­ca­to del­la Pre­fet­tu­ra di Reg­gio Cala­bria. "Pro­se­gue, dun­que – pro­se­gue la nota – l'azione di media­zio­ne del Pre­fet­to avvia­ta sin dal mese di mar­zo con l'istituzione di un Tavo­lo pre­fet­ti­zio di con­fron­to tra le par­ti dato­ria­li e socia­li per la solu­zio­ne del­le pro­ble­ma­ti­che con­cer­nen­ti il nume­ro dei lavo­ra­to­ri del­la Med­cen­ter in esu­be­ro, cir­ca 400, da ricol­lo­ca­re nell'ambito dell'Agenzia di lavo­ro por­tua­le". (15:06)

"La pro­te­sta dei por­tua­li di Gio­ia Tau­ro, che per qual­che ora han­no occu­pa­to entram­be le cor­sie dell'A2 all'altezza del­lo svin­co­lo del­la cit­tà del­la Pia­na, rap­pre­sen­ta, insie­me allo scio­pe­ro mes­so in atto nel­le ulti­me ore, il dispe­ra­to gri­do di allar­me e di non ras­se­gna­zio­ne dei lavo­ra­to­ri e di un popo­lo che non si vuo­le più pie­ga­re alle moi­ne isti­tu­zio­na­li regio­na­li e nazio­na­li che nascon­do­no, e nean­che trop­po bene come più vol­te denun­cia­to, il disin­te­res­se ver­so il pre­sen­te e il futu­ro del­la Cala­bria e del­la più impor­tan­te infra­strut­tu­ra del Medi­ter­ra­neo da sem­pre pena­liz­za­ta dal­le iner­zie del­le poli­ti­che gover­na­ti­ve". Lo sostie­ne Sini­stra ita­lia­na in una nota a fir­ma di Nico­la Fra­to­ian­ni, Ste­fa­no Fas­si­na, Cele­ste Costan­ti­no e del Coor­di­na­men­to regio­na­le del­la Cala­bria del par­ti­to. "Al di là del­le pro­mes­se e del­le fra­si di cir­co­stan­za rice­vu­te – aggiun­ge – i lavo­ra­to­ri e l'intera Cala­bria sono con­sa­pe­vo­li del­la par­ti­ta in gio­co e di quan­to real­men­te sta avve­nen­do nei tavo­li nazio­na­li e inter­na­zio­na­li anche solo valu­tan­do ciò che Oli­vie­rio e Del­rio, diret­ta­men­te e indi­ret­ta­men­te, stan­no por­tan­do avan­ti nei rispet­ti­vi ruo­li di gover­no. Sini­stra Ita­lia­na è al lavo­ro per por­ta­re al cen­tro del dibat­ti­to nazio­na­le Gio­ia Tau­ro e in gene­ra­le una nuo­va poli­ti­ca dei tra­spor­ti ed indu­stria­le, la cui sostan­zia­le assen­za nel­le scel­te di gover­no ha di fat­to bloc­ca­to per anni il Pae­se". "È sem­pre più chia­ro pur­trop­po, e in mol­ti casi gra­zie a magi­stra­tu­ra e for­ze dell'Ordine – con­clu­de Sini­stra ita­lia­na – qua­li ne pos­sa­no esse­re sta­te le cau­se". (14:38)

"L'incontro, da me richie­sto nei gior­ni scor­si al Gover­no nazio­na­le, fis­sa­to per mer­co­le­di pros­si­mo 19 apri­le, dovrà esse­re un'occasione uti­le per svol­ge­re un esa­me com­ples­si­vo sul por­to di Gio­ia Tau­ro, foca­liz­zan­do i pro­ble­mi dell'occupazione e quel­li più com­ples­si­vi del­lo svi­lup­po del­le atti­vi­tà por­tua­li". È quan­to affer­ma, in una nota, il Pre­si­den­te del­la Regio­ne Cala­bria, Mario Oli­ve­rio. "La Giun­ta regio­na­le, nei mesi scor­si – pro­se­gue Oli­ve­rio – ha mes­so in cam­po pro­po­ste con­cre­te di svi­lup­po, sot­to­scri­ven­do nel luglio scor­so uno spe­ci­fi­co Accor­do di pro­gram­ma sul por­to. All'interno di tale stru­men­to di pro­gram­ma­zio­ne e di inve­sti­men­to esi­sto­no pro­get­ti e risor­se per dare una rispo­sta con­cre­ta all'emergenza attua­le ed ai pro­ble­mi sul tap­pe­to: la rea­liz­za­zio­ne del baci­no di care­nag­gio, l'avvio del­la ZES con imme­dia­ta tra­smis­sio­ne all'Unione Euro­pea del­la pro­po­sta ela­bo­ra­ta dal­la Giun­ta regio­na­le, le ope­re infra­strut­tu­ra­li, stra­da­li e fer­ro­via­rie, inve­sti­men­ti nel­la logi­sti­ca inte­gra­ta. La stes­sa pro­po­sta di Agen­zia por­tua­le, frut­to di un appro­fon­di­to con­fron­to tra sog­get­ti isti­tu­zio­na­li e par­ti socia­li, è sta­ta isti­tui­ta come stru­men­to per gover­na­re il man­te­ni­men­to dei livel­li occu­pa­zio­na­li, attra­ver­so una riqua­li­fi­ca­zio­ne e ricol­lo­ca­zio­ne del per­so­na­le in mobi­li­tà. Per­ché ciò avven­ga è, tut­ta­via, indi­spen­sa­bi­le che il gover­no dia imme­dia­ta con­cre­tez­za a quan­to con­cer­ta­to e sot­to­scrit­to nei mesi scor­si". "La Cala­bria – con­clu­de il Pre­si­den­te del­la Regio­ne – non può sop­por­ta­re l'aggravamento del­la sua già dif­fi­ci­le con­di­zio­ne occu­pa­zio­na­le ed il Pae­se inte­ro non può per­met­ter­si di rinun­cia­re al ruo­lo impor­tan­te di una gran­de infra­strut­tu­ra come Gio­ia Tau­ro nell'ambito del rilan­cio dell'economia nazio­na­le". (14:28)

E' sta­ta tol­ta, dai lavo­ra­to­ri del por­to di Gio­ia Tau­ro in scio­pe­ro, l'occupazione del­le cor­sie dell'autostrada Saler­no Reg­gio Cala­bria. La deci­sio­ne è sta­ta pre­sa dopo che è giun­ta ai mani­fe­stan­ti la con­vo­ca­zio­ne di un incon­tro "ad hoc" da par­te del mini­stro per le infra­strut­tu­re e i Tra­spor­ti Gra­zia­no Del­rio alla pre­sen­za del pre­fet­to di Reg­gio Cala­bria, dei sin­da­ca­ti Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sul e dell'azienda Mct. I lavo­ra­to­ri, che ades­so stan­no ritor­nan­do al por­to han­no con­fer­ma­to che lo scio­pe­ro di die­ci gior­ni pro­cla­ma­to con­tro i 400 esu­be­ri comu­ni­ca­ti dall'azienda pro­se­gui­rà per la dura­ta pro­gram­ma­ta. In sera­ta, davan­ti all'ingresso del­lo sca­lo, dove sono sta­te pian­ta­te tre cro­ci, i mani­fe­stan­ti han­no annun­cia­to che si ter­rà anche un momen­to reli­gio­so in vista del­la Pasqua. (11:45)

I lavo­ra­to­ri por­tua­li di Gio­ia Tau­ro han­no bloc­ca­to anche la cor­sia sud dell'autostrada Saler­no Reg­gio Cala­bria. Al momen­to il tran­si­to vei­co­la­re sull'arteria, all'altezza del­lo svin­co­lo di Gio­ia Tau­ro, è bloc­ca­to in entram­bi i sen­si di mar­cia. Sul posto è pre­sen­te la poli­zia di Sta­to. (11:07)

I lavo­ra­to­ri por­tua­li dopo ave­re occu­pa­to la cor­sia nord dell'arteria han­no ten­ta­to di bloc­ca­re anche la cor­sia sud ma, al momen­to, sono sta­ti fer­ma­ti dal­la Poli­zia anche per il mag­gio­re flus­so di vei­co­li in tran­si­to in vista del­le festi­vi­tà. Al por­to di Gio­ia Tau­ro, intan­to, le ope­ra­zio­ni di tra­sbor­do dei can­tai­ner sono para­liz­za­te. Alte sono sta­te le ade­sio­ni allo scio­pe­ro tra le mae­stran­ze tute blu e impie­ga­ti del­la strut­tu­ra. (10:57)

Due­cen­to por­tua­li di Gio­ia Tau­ro, in scio­pe­ro con­tro in tagli deci­si dal­la Mct han­no occu­pa­to l'autostrada Saler­no – Reg­gio Cala­bria in dire­zio­ne Nord. Il bloc­co è sta­to attua­to, al momen­to solo in dire­zio­ne nord, all'altezza del­lo svin­co­lo di Gio­ia Tau­ro. I lavo­ra­to­ri e sin­da­ca­ti Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sul, che han­no pro­cla­ma­to un'astensione dal lavo­ro per i pros­si­mi die­ci gior­ni, chie­do­no un incon­tro urgen­te al Mini­ste­ro del­le Infra­strut­tu­re e dei tra­spor­ti e alla Pre­si­den­za del Con­si­glio. (10:45)