Presentazione del libro “Bambini a metà. I figli della ndrangheta”. Incontro con l’autrice Angela Iantosca

Mafianeindanke.de SECONDA OPERA del­la gior­na­li­sta Ange­la Ian­to­sca è il pri­mo sag­gio mai scrit­to che affron­ta il tema dei mino­ri di ‘ndran­ghe­ta, attra­ver­so le car­te, gli incon­tri diret­ti, le paro­le dei pm, dei giu­di­ci, degli psi­co­lo­gi e di chi, ogni gior­no, si fa cari­co del­la respon­sa­bi­li­tà di far cono­sce­re loro un mon­do diver­so da quel­lo nel qua­le sono costret­ti a cre­sce­re. Le ope­ra­zio­ni giu­di­zia­rie, gli arre­sti, le con­fi­sche dei beni con­dot­te in Cala­bria sono sta­te ope­ra­zio­ni di enor­me impor­tan­za: han­no por­ta­to alla disar­ti­co­la­zio­ne del­la rete e, spes­so, alla deci­ma­zio­ne del­le gerar­chie cri­mi­na­li.

Ma in che misu­ra que­sti arre­sti han­no inci­so su un tipo di orga­niz­za­zio­ne che si fon­da sul­la fami­glia? Come fer­ma­re il ricam­bio gene­ra­zio­na­le su cui con­ta la ‘ndran­ghe­ta? Da que­sta con­si­de­ra­zio­ne pren­de le mos­se il libro del­la gior­na­li­sta Ange­la Ian­to­sca, che si adden­tra in un ter­re­no anco­ra non esplo­ra­to e rac­con­ta le sto­rie dei bam­bi­ni e del­le bam­bi­ne che nasco­no con un desti­no già sta­bi­li­to, al qua­le dif­fi­cil­men­te pos­so­no oppor­si. “Bam­bi­ni a metà – i figli del­la ndran­ghe­ta” esplo­ra con sguar­do atten­to e pro­fon­do le sto­rie dei ragaz­zi che han­no avu­to la pos­si­bi­li­tà di allon­ta­nar­si dal mon­do nero del­la cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta e non tor­na­re più indie­tro. L’autrice si è avval­sa del sup­por­to del mate­ria­le for­ni­to in esclu­si­va dal Tri­bu­na­le per i Mino­ri di Reg­gio Cala­bria, che da alcu­ni anni si bat­te per pro­va­re a sal­va­re que­sti bam­bi­ni. Il 3 novem­bre alle ore 20 il libro ver­rà pre­sen­ta­to pres­so Mon­do­li­bro – Tor­str. 159, Ber­li­no. Vere­na Zop­pei mode­rà l’incontro.