Proposto all’unanimità dalla 5. commissione del Csm. Lombardo nuovo procuratore aggiunto

Giuseppe Lombardo

F.p. Quotidiano del Sud REGGIO CALABRIA — La quinta commissione del Csm ha proposto all’unanimità al plenum la nomina del sostituto procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo, a procuratore aggiunto dello stesso Ufficio. La pronuncia del plenum dovrebbe avvenire a giorni. Lombardo è uno dei magistrati di punta della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria dove, da anni, è impegnato in inchieste che riguardano le cosche della città, le più potenti nel panorama ndranghetistico nazionale ed internazionale, ed i loro rapporti con il mondo della politica, dell’imprenditoria e della massoneria. Attualmente è pm nel processo Gotha contro i presunti componenti la cupola degli «invisibili», un organismo di vertice che secondo l’accusa sovrintende ai boss della ndrangheta con funzioni di indirizzo delle attività criminali ed i cui componenti risultano ignoti agli stessi affiliati, boss e gregari.

Tra gli imputati ci sono anche il senatore Antonio Caridi ed altri esponenti politici. Inoltre ha coordinato l’inchiesta, giunta alla fase processuale, che vede tra gli imputati l’ex ministro dell’interno Claudio Scajola accusato di avere favorito la latitanza di Amedeo Matacena, l’ex parlamentare di Forza Italia condannato in via definitiva a tre anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa ed attualmente latitante a Dubai. Dopo la pronuncia del plenum, la nomina passerà al visto del ministro della Giustizia, che deve dare il “concerto” e poi alla firma del Presidente della Repubblica. Per metà giugno l’iter dovrebbe concludersi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*