Reggio Calabria, arrestato presunto scafista. Avrebbe pilotato la nave arrivata con 461 persone

REGGIO CALABRIA – Un tuni­si­no, El Feleh You­sfi, di 44 anni, è sta­to fer­ma­to dagli agen­ti del­la squa­dra mobi­le di Reg­gio Cala­bria per­ché rite­nu­to lo sca­fi­sta dell' imbar­ca­zio­ne a bor­do del­la qua­le viag­gia­va­no 461 dei 779 migran­ti giun­ti ieri mat­ti­na nel por­to reg­gi­no con la nave del­la Mari­na Mili­ta­re Ber­sa­glie­re. Il prov­ve­di­men­to di fer­mo è sta­to emes­so dal­la Dda di Reg­gio Cala­bria.

Il tuni­si­no è accu­sa­to di asso­cia­zio­ne per delin­que­re fina­liz­za­ta al favo­reg­gia­men­to dell'immigrazione clan­de­sti­na nel ter­ri­to­rio del­lo Sta­to ita­lia­no, con le aggra­van­ti di aver sot­to­po­sto i migran­ti a peri­co­lo di vita e a trat­ta­men­to inu­ma­no o degra­dan­te. Le inda­gi­ni del­la squa­dra mobi­le di Reg­gio Cala­bria pro­se­guo­no per rac­co­glie­re ele­men­ti infor­ma­ti­vi che pos­so­no per­met­te­re di foca­liz­za­re le rot­te e le respon­sa­bi­li­tà del­le orga­niz­za­zio­ni cri­mi­na­li dei viag­gi in Ita­lia che agi­sco­no nei pae­si del baci­no del Medi­ter­ra­neo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*