Reggio Calabria, cronista del Fatto Marco Lillo indagato per aver rivelato “I segreti del potere”

Ilfattoquotidiano.it IL NOSTRO COLLEGA Mar­co Lil­lo è inda­ga­to per aver pub­bli­ca­to le inter­cet­ta­zio­ni dell’indagine “Break­fa­st” sui fon­di del­la Lega Nord, con­dot­ta dal­la pro­cu­ra di Reg­gio Cala­bria. La Dire­zio­ne inve­sti­ga­ti­va anti­ma­fia reg­gi­na gli ha con­se­gna­to un ordi­ne di esi­bi­zio­ne di docu­men­ti per la sua inchie­sta gior­na­li­sti­ca “I segre­ti del pote­re“: una serie di arti­co­li pub­bli­ca­ti su Il Fat­to Quo­ti­dia­no e ripre­si da ilfattoquotidiano.it, che offro­no un affre­sco su fat­ti di ele­va­to inte­res­se pub­bli­co che emer­go­no dal­le tele­fo­na­te inter­cet­ta­te. Docu­men­to che il Fat­to ha deci­so di pub­bli­ca­re in osse­quio ai dove­ri di cro­na­ca. Que­sta mat­ti­na (8 gen­na­io), una deci­na di agen­ti del­la Dia, a bor­do di due auto, ha fer­ma­to Lil­lo a Roma. 

il fatto quotidianoSe non aves­se ottem­pe­ra­to alla richie­sta, sareb­be sta­ta effet­tua­ta una per­qui­si­zio­ne. L’atto istrut­to­rio è sta­to emes­so dal pro­cu­ra­to­re Fede­ri­co Cafie­ro De Raho e dagli aggiun­ti Calo­ge­ro Gae­ta­no Paci e Gerar­do Domi­ni­jan­ni. Lil­lo è inda­ga­to in con­cor­so con un pub­bli­co uffi­cia­le anco­ra non iden­ti­fi­ca­to per aver rive­la­to mate­ria­le coper­to da segre­to. Secon­do i magi­stra­ti, lo avreb­be fat­to “al fine di pro­cu­ra­re a sé o ad altri un inde­bi­to pro­fit­to patri­mo­nia­le”. Che con­si­ste – si leg­ge nel prov­ve­di­men­to di per­qui­si­zio­ne – “nel fine di incre­men­ta­re le ven­di­te con la pub­bli­ca­zio­ne (…) di noti­zie riguar­dan­ti espo­nen­ti del­la poli­ti­ca e del­le isti­tu­zio­ni”. Una tesi più che discu­ti­bi­le, visto che il dove­re di ogni buon cro­ni­sta è quel­lo di pub­bli­ca­re ogni fat­to e cir­co­stan­za di pub­bli­co inte­res­se. I docu­men­ti gra­zie ai qua­li Lil­lo ha scrit­to l’inchiesta “I segre­ti del pote­re” gli era­no sta­ti invia­ti in un pli­co ano­ni­mo.

Al suo inter­no era­no con­te­nu­te le inter­cet­ta­zio­ni effet­tua­te dal­la Dia duran­te l’inchiesta che va avan­ti in gran segre­to dal 2012, ed è coor­di­na­ta dal pm Giu­sep­pe Lom­bar­do e dal pro­cu­ra­to­re Fede­ri­co Cafie­ro De Raho. A Mar­co Lil­lo va la soli­da­rie­tà di tut­ta la reda­zio­ne de Il Fat­to Quo­ti­dia­no e de ilfattoquotidiano.it.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*