Regione, Oliverio lavora al rimpasto dopo l’elezione alla Camera di Viscomi

Mario Oliverio

CATANZARO – Anche i massimi palazzi istituzionali della Calabria, la Giunta e il Consiglio regionali, subiranno dei mutamenti in conseguenza dei risultati delle elezioni politiche. Per l’esecutivo tecnico guidato da Mario Oliverio sono aperti i giochi dopo l’uscita di Antonio Viscomi, vicepresidente e assessore al Bilancio, eletto con il Partito democratico alla Camera col plurinominale. É, invece, tutto interno al centrodestra l’unico cambio della guardia che si verificherà a Palazzo Campanella, sede dell’assemblea legislativa calabrese, dove al consigliere regionale Wanda Ferro, eletta alla Camera con Fratelli d’Italia nel collegio uninominale di Vibo Valentia, non subentrerà Giuseppe Mangialavori, diventato anch’egli neosenatore del centrodestra. Proprio Mangialavori, nei mesi scorsi, aveva dovuto fare posto alla Ferro, già candidata alla presidenza della Regione cui non era stato attribuito il seggio all’indomani delle regionali del 2014, e poi entrata in Consiglio a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato emessa al termine di una lunga vicenda giudiziaria. Ad occupare il seggio del Consiglio regionale rimasto vacante sarà, per la coalizione di centrodestra, Claudio Parente, primo dei non eletti di Forza Italia nel collegio centrale della Calabria.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*