Regolamento delle Unioni Civili, Martino replica al centrodestra: “Ascoltato il mondo associazionistico, saremo una città più equa”

Ildispaccio.it REGGIO CALABRIA – "In merito alla conferenza stampa indetta dal centrodestra per criticare il modus operandi del sottoscritto in qualità di presidente della Commissione consiliare Statuto e Regolamenti in occasione dell'adozione del Regolamento sulle Unioni Civili, preciso quanto segue. La Commissione, nel corso di oltre un mese di sedute bi e trisettimanali, pur non essendo tenuta ai sensi del Regolamento per il funzionamento delle Commissioni permanenti, ha audito dodici associazioni (di cui otto contrarie all'adozione del Regolamento sulle Unioni Civili) nonché il Forum del Terzo Settore e quello delle Famiglie, che al loro interno vedono rappresentate decine di associazioni. Il termine ultimo per iscriversi alle audizioni era stato fissato nel giorno 3 aprile, perciò non sono state convocate le associazioni iscrittesi successivamente; mentre le associazioni che, seppure convocate non si sono presentate né hanno addotto alcuna giustificazione, sono state depennate".

Lo afferma Demetrio Martino, presidente della Commissione "Statuti e Regolamenti" in replica alla conferenza stampa nella quale la minoranza chiedeva le dimissioni dello stesso. "Pertanto, è assolutamente infondata l'accusa da parte del centrodestra di non aver ascoltato il mondo associazionistico. Inoltre, mi preme precisare che tutte le sedute della Commissione sono state partecipatissime da parte del pubblico (cosa inconsueta per appuntamenti di commissione) e, su autorizzazione del sottoscritto, più volte sono state perfino riprese". Poi, una considerazione sull'apporto ai lavori della Commissione da parte del centrodestra. "Una prima bozza di Regolamento è stata fornita ai componenti della Commissione martedì 14 aprile. Ieri il centrosinistra ha depositato un emendamento unitario, mentre il centrodestra si è presentato a mani vuote, non concorrendo, per propria scelta, ad eventuali modifiche del testo originario". Tutto il resto sarebbe fuffa.

"Nessuna sgradevolezza, tanto meno da parte mia. Ieri ho democraticamente messo ai voti la proposta di procedere alla votazione, avendo esaurito le audizioni. Ed ancora prima, ascoltata l'ultima audizione, ho indetto una riunione di maggioranza per valutare ulteriori eventuali emendamenti al testo. In tutto ciò il centrodestra che faceva? Urlava, insultava, tentava di boicottare, mantenendo un comportamento sterile ed infantile. Mi auguro che le polemiche altamente ideologizzate siano giunte al termine. Dopo il necessario passaggio in Aula del Regolamento sulle Unioni Civili, Reggio sarà una città più equa ed attenta ai diritti di tutte e tutti al pari di Milano, Palermo, Roma, Bologna, Napoli, Firenze e tante altre ancora".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*