Sottrae una carta di credito durante un funerale e la restituisce dopo un prelievo. Denunciato per furto

PLATI' – Ruba un por­ta­fo­gli sot­traen­do­lo, duran­te un fune­ra­le in chie­sa, dal­la bor­sa di una signo­ra sedu­ta nel ban­co davan­ti al suo ed effet­tua pre­lie­vi, in un altro comu­ne, riu­scen­do anche a tor­na­re pri­ma del­la fine del­la fun­zio­ne reli­gio­sa per ripor­re il por­ta­mo­ne­te tra gli effet­ti per­so­na­li del­la vit­ti­ma. Pro­ta­go­ni­sta, secon­do i cara­bi­nie­ri, un uomo di 31 anni, di Pla­tì, nel reg­gi­no, con pre­ce­den­ti, che è sta­to denun­cia­to per fur­to. I mili­ta­ri, inter­ve­nu­ti dopo che, a distan­za di qual­che gior­no, la don­na ha sco­per­to l'ammanco tro­van­do nell'estratto con­to pre­lie­vi che non ave­va mai ese­gui­to, han­no avvia­to le inda­gi­ni. Così sono sta­ti acqui­si­ti i fil­ma­ti dei siste­mi di video­sor­ve­glian­za atti­vi negli spor­tel­li, un ban­co­mat e un posta­mat di Bova­li­no, dove era­no sta­ti effet­tua­ti i pre­lie­vi per un tota­le di 500 euro, risa­len­do all'autore del fur­to che è sta­to denun­cia­to