Tempi incerti per l'espulsione del giornalista Del Grande dalla Turchia

ISTANBUL – Slit­ta anco­ra il rim­pa­trio dal­la Tur­chia del docu­men­ta­ri­sta e gior­na­li­sta ita­lia­no Gabrie­le Del Gran­de, fer­ma­to lune­di duran­te un con­trol­lo di poli­zia al con­fi­ne con la Siria. Il repor­ter resta in sta­to di fer­mo in una "gue­st hou­se" nel­la pro­vin­cia sudo­rien­ta­le di Hatay, come con­fer­ma­to all'Ansa da fon­ti diplo­ma­ti­che, sem­pre in stret­to con­tat­to con le auto­ri­tà loca­li. I tem­pi per la sua espul­sio­ne dal Pae­se resta­no incer­ti e sareb­be­ro lega­ti al com­ple­ta­men­to del­le rela­ti­ve pro­ce­du­re giu­di­zia­rie. Le sue con­di­zio­ni, si pre­ci­sa, non desta­no al momen­to pre­oc­cu­pa­zio­ne.

Le ragio­ni uffi­cia­li del fer­mo resta­no igno­te. Secon­do le pri­me infor­ma­zio­ni, Del Gran­de non avreb­be avu­to le neces­sa­rie auto­riz­za­zio­ni per svol­ge­re atti­vi­tà gior­na­li­sti­ca in Tur­chia, come richie­sto dal­le auto­ri­tà loca­li. I con­trol­li nei con­fron­ti dei repor­ter, anche stra­nie­ri, si sono ulte­rior­men­te irri­gi­di­ti con l'introduzione del­lo sta­to d'emergenza, decre­ta­to dopo il fal­li­to gol­pe del­la scor­sa esta­te. La zona dove è sta­to fer­ma­to Del Gran­de è inol­tre con­si­de­ra­ta par­ti­co­lar­men­te sen­si­bi­le. Il repor­ter 35en­ne, che si occu­pa da tem­po di feno­me­ni migra­to­ri, era giun­to in Tur­chia qual­che gior­no pri­ma del fer­mo per rea­liz­za­re alcu­ne inter­vi­ste.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*