Un calabrese in Val d’Ossola dietro un traffico di droga attraverso la Svizzera

DOMODOSSOLA – Viaggiava dalla Calabria alla Svizzera, passando per il Piemonte e per la Lombardia, il traffico di droga smantellato dalla polizia del Verbano Cusio Ossola. L’operazione, denominata Santa Cruz, è scattata all’alba e ha portato ad eseguire tredici ordinanze di custodia. L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Verbania, Gianluca Periani, era iniziata un anno fa.

La mente della banda, secondo l’accusa, era Giovanni Rosario Russo, 66 anni, negli anni Novanta già coinvolto in alcune operazioni contro la malavita in Val d’Ossola. Ingenti i quantitativi di droga che dalla Calabria arrivavano al nord e che serviva a rifornire gli spacciatori in numerose piazze di Piemonte, Lombardia ma anche in quelle della vicina Svizzera.

Russo manteneva i contatti con la Calabria, da cui faceva arrivare la droga proveniente dal Sud America. Per sfuggire alle intercettazioni, usava una cabina telefonica e non il cellulare per mantenere i suoi contatti criminali. L’operazione è stata denominata Santa Cruz perché uno degli arrestati aveva cercato più volte di entrare in Bolivia, ma era sempre stato respinto perché con passaporto falso.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*