Un detenuto di 43 anni ha cercato di togliersi la vita. Salvato dagli agenti della Penitenziaria

Quotidiano del Sud LAMEZIA TERME – Nella serata di lunedì un detenuto calabrese F. B. di Lamezia Terme di 43 anni, definitivo con una pena residua di un anno circa per reati a sfondo sessuale, ha tentato il suicidio all’interno della sua cella del carcere vibonese, utilizzando una maglietta legata al collo e alle inferriate della cella e si è lasciato andare. E’ solo grazie al tempestivo intervento del personale di Polizia Penitenziaria e del personale medico che è stato strappato alla morte. L’uomo è stato trasportato d’ur – genza in Ospedale dal personale medico del 118 in codice rosso in gravissime condizioni.

«Un ringraziamento di tutta la Segreteria del Sappe – afferma il segretario Francesco Ciccone -va al personale che ha salvato la vita al detenuto, personale che giornalmente svolge il proprio compito svolgendo turni di 8 ore in sfregio a qualsiasi normativa a seguito del taglio in pianta organica di ben 60 unità di polizia penitenziaria ad oggi a svolgere servizio poco meno di 130 agenti a fronte dei 250 del 1997 anno in cui l’Istituto veniva inaugurato». Ciccone auspica, infine, che «l’Amministrazione penitenziaria prenda atto del gesto eroico posto in essere dal personale e segnali ai superiori Uffici dipartimentali la possibilità di riconoscere al personale i giusti meriti per aver salvato una vita umana».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*