Anci: "In 101 comuni del Nord Italia accertata la presenza della ndrangheta"

MILANO – Sono 101 i Comu­ni del Cen­tro-Nord in cui l'Anci ha indi­vi­dua­to una pre­sen­za mafio­sa ''for­te­men­te minac­cio­sa''. Sono loro i pro­ta­go­ni­sti del movi­men­to 'Cen­to Comu­ni con­tro le mafie' nato a Mila­no lo scor­so 17 feb­bra­io. I Comu­ni sono sta­ti indi­vi­dua­ti incro­cian­do i dati dei rap­por­ti dei Ros e del­la Dia del­la com­mis­sio­ne Anti­ma­fia, i dati dei beni con­fi­sca­ti, dei ritro­vi del­le fami­glie del­la cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta, dei con­si­gli comu­na­li sciol­ti per infil­tra­zio­ni. Sul­la base di que­sti dati, è sta­ta sti­la­to una map­pa­tu­ra com­ple­ta di tut­te le regio­ni del Cen­tro-Nord, com­pre­si Abruz­zo, Umbria, Mar­che e Lazio. In Lom­bar­dia sono 28 i Comu­ni con pre­sen­za mafio­sa accer­ta­ta, 20 con immo­bi­li con­fi­sca­ti, un Con­si­glio comu­na­le sciol­to per infil­tra­zio­ni. In Ligu­ria, ad esem­pio, ci sono 9 Comu­ni con pre­sen­za accer­ta­ta, 2 Comu­ni con immo­bi­li con­fi­sca­ti e un con­si­glio comu­na­le sciol­to per infil­tra­zio­ni mafio­se. '''La par­ti­co­la­re aggres­sio­ne che le ndri­ne stan­no dispie­gan­do nei pic­co­li Comu­ni ma non solo – ha spie­ga­to il respon­sa­bi­le sicu­rez­za dell'Anci Anto­nio Rago­ne­si – pre­ten­de una rispo­sta fer­ma da par­te del­le isti­tu­zio­ni tut­te''.