Blocco dell'A3, per la Cgil il governo sottovaluta i gravi disagi causati

Il viadotto crollato

CASTROVILLARI – "Il Gover­no ha pro­fon­da­men­te sot­to­va­lu­ta­to i gra­vi disa­gi che l'interruzione dell'autostrada Saler­no – Reg­gio Cala­bria sta cau­san­do". Lo ha det­to il segre­ta­rio regio­na­le del­la Cgil del­la Cala­bria, Miche­le Gra­va­no, a mar­gi­ne di una con­fe­ren­za stam­pa per illu­stra­re la mani­fe­sta­zio­ne del pri­mo mag­gio che si svol­ge­rà a Lai­no Castel­lo pro­prio per richia­ma­re l'attenzione sull'interruzione. L'interruzione del trat­to dell'autostrada A3 tra Lai­no Bor­go e Mor­man­no, nel cosen­ti­no, è in cor­so dal 2 mar­zo scor­so dopo il crol­lo di una cam­pa­ta del via­dot­to Ita­lia. Nell'incidente morì un ope­ra­io che sta­va effet­tuan­do lavo­ri sul­la strut­tu­ra. Attual­men­te il traf­fi­co è dirot­ta­to su un per­cor­so alter­na­ti­vo attra­ver­so una ex sta­ta­le. "L'interruzione del via­dot­to Ita­lia – ha pro­se­gui­to Gra­va­no – sta deter­mi­nan­do gra­vi disa­gi e gran­di effet­ti nega­ti­vi sull'economia, sul turi­smo e sull'occupazione cala­bre­se. La nostra sen­sa­zio­ne è che, sul­la base del­la com­ples­si­tà tec­ni­ca dei lavo­ri che biso­gna fare per ripri­sti­na­re il via­dot­to sen­za con­si­de­ra­re gli aspet­ti pro­ce­du­ra­li – giu­di­zia­ri, sal­ta l'estate e que­sta situa­zio­ne avrà effet­ti pro­fon­da­men­te nega­ti­vi per tut­ta la Cala­bria. Quin­di oltre a impe­gnar­si ad acce­le­ra­re le misu­re per il ripri­sti­no del via­dot­to biso­gna pun­ta­re mol­to sul­la via­bi­li­tà alter­na­ti­va. Quel­le indi­vi­dua­te dall'Anas sono insuf­fi­cien­ti e ina­de­gua­te. Biso­gna ripri­sti­na­re la stra­da sta­ta­le 19, met­ter­la in sicu­rez­za, chie­de­re l'intervento del Genio mili­ta­re".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*