Calabria, terremoto di magnitudo 4.2 al largo della costa occidentale

Ilfattoquotidiano.it ROMA – Una scos­sa di ter­re­mo­to di magni­tu­do 4.2 è sta­ta avver­ti­ta alle 18.57 con epi­cen­tro al lar­go del­la costa cala­bra occi­den­ta­le. Il sisma è sta­to regi­stra­to dall’Istituto nazio­na­le di geo­fi­si­ca e vul­ca­no­lo­gia ed è avve­nu­to ad una pro­fon­di­tà di oltre 256 chi­lo­me­tri, in mare aper­to. Il ter­re­mo­to è sta­to avver­ti­to chia­ra­men­te dal­la popo­la­zio­ne alle vici­ne iso­le Eolie, ma anche a Mes­si­na e Reg­gio Cala­bria. Per il momen­to non sono sta­ti segna­la­ti dan­ni a cose o per­so­ne. Nel­la not­te di dome­ni­ca una scos­sa di magni­tu­do 3.1 era sta­ta regi­stra­ta nel­la stes­sa zona, men­tre nel­le ore suc­ces­si­ve era sta­ta col­pi­ta la pro­vin­cia di Sira­cu­sa. L’epicentro, con magni­tu­do 3.2, era sta­to loca­liz­za­to a una pro­fon­di­tà di 25 chi­lo­me­tri inte­res­san­do le loca­li­tà di Augu­sta, Melil­li e Prio­lo Gar­gal­lo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*