Centro agroalimentare a Reggio Calabria, la procura sequestra 4 milioni di euro

REGGIO CALABRIA – I cara­bi­nie­ri del­la sezio­ne di pg del­la Pro­cu­ra di Reg­gio Cala­bria han­no seque­stra­to nel­la sede di Ban­ki­ta­lia 4.118.400 di euro stan­zia­ti sul "Fon­do per il risa­na­men­to e lo svi­lup­po dell'Area urba­na di Reg­gio" desti­na­ti alla costru­zio­ne del Cen­tro agroa­li­men­ta­re. Il seque­stro rien­tra nell'inchiesta nei con­fron­ti di Alber­to Pagliu­ca, rap­pre­sen­tan­te lega­le dell'Ati Lafa­tre e di fun­zio­na­ri pub­bli­ci in cor­so di iden­ti­fi­ca­zio­ne, inda­ga­ti per fro­de in for­ni­tu­re e vio­la­zio­ni edi­li­zie.

Il seque­stro in via pre­ven­ti­va è sta­to appli­ca­to in ese­cu­zio­ne di un decre­to emes­so in via di urgen­za dal pm Anto­nio Cri­stil­lo sul con­to dove sono depo­si­ta­ti i cre­di­ti, tito­li, valo­ri, azio­ni e obbli­ga­zio­ni deri­van­ti dal­lo stan­zia­men­to sul "Fon­do" pre­vi­sto dal bilan­cio del­lo Sta­to. In par­ti­co­la­re, i cara­bi­nie­ri, oltre al seque­stro del­la som­ma già depo­si­ta­ta, han­no bloc­ca­to ogni suc­ces­si­va ed even­tua­le soprav­ve­nien­za. Per lo svol­gi­men­to dei lavo­ri di costru­zio­ne del Cen­tro agroa­li­men­ta­re, secon­do gli inve­sti­ga­to­ri, la Lafa­tre avreb­be for­ni­to una fal­sa poliz­za fide­ius­so­ria a garan­zia degli impe­gni assun­ti ed avreb­be uti­liz­za­to, per la costru­zio­ne dell'opera, cal­ce­struz­zo non con­for­me per difet­to, omet­ten­do di for­ni­re, ad ogni sta­to di avan­za­men­to dei lavo­ri, i rela­ti­vi cam­pio­ni di pro­va.

Tut­ti fat­to­ri con­cor­ren­ti a ren­de­re non col­lau­da­bi­le ed ina­gi­bi­le la strut­tu­ra rea­liz­za­ta. Il prov­ve­di­men­to di seque­stro pre­ven­ti­vo si è reso neces­sa­rio, han­no rife­ri­to gli inve­sti­ga­to­ri, al fine di evi­ta­re che un lodo arbi­tra­le, attual­men­te in pen­den­za alla Cor­te d'Appello di Roma, tra il Comu­ne di Reg­gio Cala­bria e la Lafa­tre, potes­se spie­ga­re i pro­pri effet­ti, con il rico­no­sci­men­to a favo­re dell'impresa di un ulte­rio­re cre­di­to pari a 16.370.649 euro sul già pre­ca­rio sta­to finan­zia­rio del Comu­ne di Reg­gio Cala­bria, visto che lo stes­so ha già cor­ri­spo­sto per l'opera, al 31 dicem­bre 2011, la som­ma di 25.501.788 euro.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*