Controllo del territorio, i risultati dei carabinieri della Compagnia di Rende

Com­pa­gnia Cara­bi­nie­ri, Comu­ni­ca­to RENDE – Pro­fi­cui i risul­ta­ti dei ser­vi­zi di con­trol­lo sul ter­ri­to­rio mes­si in atto nel week end dai Cara­bi­nie­ri del­la Com­pa­gnia di Ren­de che han­no pia­ni­fi­ca­to, su indi­ca­zio­ne del Coman­do Pro­vin­cia­le Cara­bi­nie­ri di Cosen­za, ser­vi­zi fina­liz­za­ti alla pre­ven­zio­ne e repres­sio­ne dei rea­ti in gene­re, non­ché alla veri­fi­ca del rispet­to del Codi­ce del­la Stra­da.

I mili­ta­ri del Coman­do Sta­zio­ne CC di Mon­tal­to Uffu­go defe­ri­va­no in sta­to di arre­sto un 47enne napo­le­ta­no, in pro­va al ser­vi­zio socia­le pres­so una comu­ni­tà del luo­go. I mili­ta­ri ope­ran­ti noti­fi­ca­va­no all’interessato un ordi­ne di car­ce­ra­zio­ne emes­so dall’Autorità Giu­di­zia­ria. Tale prov­ve­di­men­to sca­tu­ri­sce per le vio­la­zio­ni degli obbli­ghi impo­ste­gli, non ulti­mo quan­do all’interno di una comu­ni­tà aggre­di­va un ope­ra­to­re. L’attenta vigi­lan­za da par­te dei mili­ta­ri fece si che lo stes­so desi­stes­se dai com­por­ta­men­ti mes­si in atto.

I mili­ta­ri del Coman­do Sta­zio­ne CC di Acri defe­ri­va­no in sta­to di liber­tà un 63enne di ori­gi­ni fog­gia­ne per il rea­to di “truf­fa”. Di fat­ti gli ope­ran­ti accer­ta­va­no che lo stes­so acqui­sta­va da ter­ze per­so­ne un esca­va­to­re, pagan­do con un asse­gno che a segui­to di con­trol­li risul­ta­va esse­re fal­si­fi­ca­to.

I mili­ta­ri del Nucleo Ope­ra­ti­vo e Radio­mo­bi­le defe­ri­va­no in sta­to di liber­tà una 31enne cosen­ti­na ed un 27enne di ori­gi­ni tur­che resi­den­te a Ren­de per i rea­ti di “deten­zio­ne ai fini di spac­cio di sostan­ze stu­pe­fa­cen­ti e gui­da in sta­to di ebbrez­za”. Gli ope­ran­ti pro­ce­de­va­no al con­trol­lo eti­lo­me­tri­co del­la con­du­cen­te, risul­ta­to esse­re posi­ti­vo (1,33 g/l), riti­ran­do­le cosi la paten­te di gui­da ed affi­dan­do la vet­tu­ra a per­so­ne ido­nee alla gui­da. ma il sospet­to degli stes­si cade­va sul ragaz­zo di ori­gi­ni tur­che che alla vista degli ope­ran­ti ten­ta­va di disfar­si di uno stra­no invo­lu­cro occul­tan­do­lo sot­to i tap­pe­ti dell’auto. I mili­ta­ri pro­ce­de­va­no quin­di al con­trol­lo del­lo stes­so rin­ve­nen­do cir­ca 16 gram­mi di sostan­za stu­pe­fa­cen­te del tipo Mari­jua­na, già sud­di­vi­sa in dosi, un bilan­ci­no di pre­ci­sio­ne e due siga­ret­te arti­gia­na­li (c.d. spi­nel­lo). La sostan­za stu­pe­fa­cen­te ed il bilan­ci­no di pre­ci­sio­ne veni­va­no posti sot­to seque­stro per i suc­ces­si­vi con­trol­li ana­li­ti­ci.

Sul pia­no del con­tra­sto alle vio­la­zio­ni al Codi­ce del­la Stra­da nei Comu­ni di Ren­de, Casti­glio­ne Cosen­ti­no, Mon­tal­to Uffu­go, Luz­zi e Rose, han­no defe­ri­to in sta­to di liber­tà, per “Gui­da in sta­to di ebbrez­za” un 32enne di ori­gi­ni tur­che (1.42 g/l) resi­den­te a San Nico­la Arcel­la, un 29enne di Ros­sa­no (1.08 g/l) resi­den­te a San Luci­do e una 26enne roma­na (0,75) resi­den­te a Casti­glio­ne Cosen­ti­no. I mili­ta­ri ope­ran­ti, duran­te il con­trol­lo, riti­ra­va­no agli stes­si la paten­te di gui­da e le auto­vet­tu­re affi­da­te a per­so­ne ido­nee alla gui­da.

I mili­ta­ri del Coman­do Sta­zio­ne CC di Luz­zi, sul pia­no dell’azione di con­tra­sto alla dif­fu­sio­ne di sostan­ze stu­pe­fa­cen­ti, segna­la­va­no alla Pre­fet­tu­ra di Cosen­za qua­li “Assun­to­ri di sostan­ze stu­pe­fa­cen­ti” un 24enne ed un 32enne entram­bi di cosen­za, ai qua­li sono sta­ti com­ples­si­va­men­te rin­ve­nu­ti e sot­to­po­sti a seque­stro 6 gram­mi di Hashish e 1 gram­mo di “Mari­jua­na”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.