Dirigenti Pd a Oliverio: "Si schieri accanto a Pippo Callipo"

REGGIO CALABRIA – Qua­si 120 tra diri­gen­ti ed espo­nen­ti cala­bre­si del Par­ti­to demo­cra­ti­co han­no sot­to­scrit­to un docu­men­to in vista del­le ele­zio­ni regio­na­li in cui, dopo ave­re chie­sto al cen­tro­si­ni­stra di "ritro­va­re l'unità ed apri­re una nuo­va pro­spet­ti­va di dia­lo­go" e sot­to­li­nea­to che "la can­di­da­tu­ra civi­ca di Pip­po Cal­li­po, soste­nu­ta dal Par­ti­to Demo­cra­ti­co, ha desta­to un cli­ma di entu­sia­smo, anche oltre gli schie­ra­men­ti tra­di­zio­na­li, destan­do l'attenzione e riac­cen­den­do la spe­ran­za dei cala­bre­si", si rivol­go­no a Mario Oli­ve­rio, pre­si­den­te uscen­te del­la Regio­ne, chie­den­do­gli di abbrac­cia­re que­sto per­cor­so e di schie­rar­si aper­ta­men­te al fian­co del can­di­da­to del Pd, che costi­tui­sce oggi un impor­tan­te valo­re aggiun­to capa­ce di rispon­de­re alla volon­tà di riscat­to espres­sa a gran voce dai cala­bre­si".

Tra i fir­ma­ta­ri del docu­men­to ci sono il pre­si­den­te del Con­si­glio regio­na­le del­la Cala­bria, Nico­la Irto; cin­que con­si­glie­ri regio­na­li; il sin­da­co di Reg­gio, Giu­sep­pe Fal­co­ma­tà, insie­me ad altri 12 pri­mi cit­ta­di­ni di vari comu­ni; con­si­glie­ri comu­na­li e segre­ta­ri di cir­co­lo. "Apprez­zia­mo l'esperienza e l'equilibrio – si affer­ma anco­ra nel docu­men­to – di Mario Oli­ve­rio, diri­gen­te poli­ti­co e uomo del­le isti­tu­zio­ni di lun­ghis­si­mo cor­so. E sap­pia­mo quan­to egli stes­so sia con­vin­to del­la neces­si­tà di non arroc­car­si attor­no a posi­zio­ni che potreb­be­ro arre­ca­re dan­no, sep­pur indi­ret­ta­men­te, ai cala­bre­si. Il pre­si­den­te Oli­ve­rio dimo­stri una vol­ta in più il suo sen­so di respon­sa­bi­li­tà, scel­ga di resta­re nel Par­ti­to di tut­ti noi e con­tri­bui­sca alla vit­to­ria di Cal­li­po, sim­bo­lo del­la Cala­bria ope­ro­sa, che cre­de nel lavo­ro e nel­la lega­li­tà per riscat­tar­si com­ple­ta­men­te dal­la con­di­zio­ne di arre­tra­tez­za alla qua­le ragio­ni ata­vi­che l'avevano rele­ga­ta. La can­di­da­tu­ra di Pip­po Cal­li­po ha, nel con­tem­po, gene­ra­to scom­pi­glio in seno ad una destra sovra­ni­sta e anti­me­ri­dio­na­le che, in que­sti anni, ha sapu­to solo demo­niz­za­re l'avversario. Quel­la destra che, a poche set­ti­ma­ne dal­le ele­zio­ni, non è riu­sci­ta anco­ra a ela­bo­ra­re un pro­get­to di gover­no per la Cala­bria e non è sta­ta nep­pu­re in gra­do di espri­me­re un can­di­da­to alla pre­si­den­za".

"La nostra – con­clu­do­no i diri­gen­ti del Pd – è una pro­po­sta poli­ti­ca seria, vin­cen­te, che guar­da al futu­ro del­la Cala­bria, costrui­ta attor­no ad una pro­spet­ti­va aper­ta ed inclu­den­te, capa­ce di apri­re spa­zi di dia­lo­go nel cam­po rifor­mi­sta, abbrac­cian­do le miglio­ri ener­gie del­la nostra ter­ra

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.