Filt-Cgil contro la giunta regionale: «Sta disattendendo gli impegni sulla Port Agency»

Miche­le Alba­ne­se Quo­ti­dia­no del Sud GIOIA TAURO – La Giun­ta Regio­na­le sta­reb­be disat­ten­den­do gli impe­gni sul­la port agen­cy di Gio­ia Tau­ro e non rispon­de­reb­be ad una richie­sta di incon­tro avan­za­ta dal­la Filt-Cgil Cala­bria e del­la Pia­na di Gio­ia Tau­ro per affron­ta­re la deli­ca­ta situa­zio­ne dei 377 lavo­ra­to­ri che anco­ra non han­no potu­to fare nem­me­no una gior­na­ta di lavo­ro. Lo denun­cia­no i segre­ta­ri regio­na­le e com­pren­so­ria­le del­la Filt Cgil Nino Costan­ti­no e Mim­mo Laga­nà. «Dal­la Giun­ta regio­na­le voglia­mo sape­re, tra le altre cose, – si leg­ge in una nota – qua­li prov­ve­di­men­ti ha assun­to rispet­to al pia­no di for­ma­zio­ne dei lavo­ra­to­ri col­lo­ca­ti alla Port Agen­cy». Uno degli impe­gni che la Regio­ne Cala­bria si era assun­to, sot­to­scri­ven­do nel pro­to­col­lo di inte­sa del 27 luglio 2017 pres­so la Pre­si­den­za del Con­si­glio dei Mini­stri, era il per­cor­so di for­ma­zio­ne e riqua­li­fi­ca­zio­ne del per­so­na­le.

«Ma ad oggi La Regio­ne non ha assun­to nes­su­na deci­sio­ne in tal sen­so e se l'ha assun­ta non è sta­ta por­ta­ta a cono­scen­za del­le Orga­niz­za­zio­ni sin­da­ca­li. Gli impe­gni van­no man­te­nu­ti soprat­tut­to quan­do c'è la pos­si­bi­li­tà di favo­ri­re pro­ces­si di occu­pa­zio­ne. Nel Ter­mi­nal auto, – spie­ga­no Costan­ti­no e Laga­nà – i lavo­ra­to­ri del ter­mi­na­li­sta Atgt spes­so entra­no in sof­fe­ren­za a cau­sa di un cari­co di lavo­ro che non può esse­re esple­ta­to con il solo straor­di­na­rio ma appun­to con richie­sta di nuo­va mano­do­pe­ra. Quel­la mano­do­pe­ra, cioè, per cui si è fir­ma­to un accor­do pres­so la Pre­si­den­za del Con­si­glio e che è sta­to finan­zia­to con cir­ca 40 milio­ni di euro per tre anni. Ma noi non voglia­mo assi­sten­za. Quei lavo­ra­to­ri devo­no ritro­va­re la pos­si­bi­li­tà di esse­re rioc­cu­pa­ti. Nel caso del ter­mi­na­li­sta Atgt non è sta­to pos­si­bi­le chia­ma­re al lavo­ro le per­so­ne col­lo­ca­te in Agen­zia per­chè non era­no ade­gua­ta­men­te for­ma­te nel lavo­ro di movi­men­ta­zio­ne auto. Anco­ra più pre­oc­cu­pan­te è la situa­zio­ne del gateway fer­ro­via­rio, la cui aper­tu­ra dovreb­be esse­re pre­vi­sta per agosto/settembre 2018, e che quin­di evi­den­zia un pesan­te ritar­do con il rischio con­cre­to di non poter inse­ri­re i lavo­ra­to­ri dell’agenzia».

Per la Filt Cgil, «risul­ta del tut­to evi­den­te, quin­di, che un pia­no di for­ma­zio­ne imme­dia­to e spe­ci­fi­co è indi­spen­sa­bi­le per le atti­vi­tà pre­sen­ti e futu­re dell’area por­tua­le. Per que­sto occor­re che la Regio­ne man­ten­ga l'impegno assun­to e per que­sto, oltre che per il resto, abbia­mo chie­sto l'incontro alla Regio­ne. Per il Por­to si deve apri­re ades­so la base del­la rea­liz­za­zio­ne degli impe­gni e noi sare­mo atten­ti a veri­fi­ca­re che sia­no rispet­ta­ti e che tut­ti gli obiet­ti­vi ven­ga­no rag­giun­ti. In caso con­tra­rio denun­ce­re­mo pub­bli­ca­men­te i ritar­di anche per­chè sul por­to di Gio­ia non è per­mes­so più a nes­su­no scher­za­re né uti­liz­zar­lo solo a fini elet­to­ra­li. Sia Oli­ve­rio a far­si garan­te del­la riu­nio­ne con i sin­da­ca­ti per­chè è sta­to lui a fir­ma­re per con­to del­la Regio­ne l'accordo a Roma».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.