Firmato a Catanzaro il contratto per la costruzione dell'Ospedale della Piana di Gioia Tauro

CATANZARO – Entro due anni e otto mesi il nuo­vo ospe­da­le del­la Pia­na di Gio­ia Tau­ro sarà a dispo­si­zio­ne dei cit­ta­di­ni dell’area. E’ quan­to pre­ve­de il con­trat­to sot­to­scrit­to, oggi, a Catan­za­ro per la rea­liz­za­zio­ne del­la strut­tu­ra sani­ta­ria. L’atto che fis­sa tem­pi e moda­li­tà è sta­to sigla­to alla pre­sen­za del pre­si­den­te del­la Regio­ne, Mario Oli­ve­rio, del vice­pre­si­den­te Vin­cen­zo Cicon­te e dell’assessore regio­na­le alle Infra­strut­tu­re Nino De Gae­ta­no. Saran­no 314 i posti let­to pre­vi­sti, con l’aggiunta di altri 38 "tec­ni­ci". L’investimento com­ples­si­vo è pari a oltre 150 milio­ni di euro, di cui qua­si il 70% in capo al pub­bli­co e il 30% ai pri­va­ti. «Annet­tia­mo gran­de impor­tan­za – ha det­to il pre­si­den­te Oli­ve­rio – alla rea­liz­za­zio­ne dell’ospedale di Gio­ia Tau­ro, per il qua­le oggi si fir­ma il con­trat­to con l’impresa Tec­nis, così come a quel­li di Vibo e del­la Siba­ri­ti­de. Stia­mo lavo­ran­do per dare impul­so e con­cre­tez­za alla rea­liz­za­zio­ne di que­ste nuo­ve strut­tu­re per­ché non biso­gna dimen­ti­ca­re che que­sti ospe­da­li sono sta­ti con­ce­pi­ti nel lon­ta­no 2008. Dun­que, non si trat­ta solo di annun­ciar­le le ope­re, ma di pren­der­le per mano, come inten­dia­mo fare, e accom­pa­gnar­le alla rea­liz­za­zio­ne».

«Gli atti che stia­mo com­pien­do – ha aggiun­to Oli­ve­rio – van­no in que­sta dire­zio­ne con­sen­ten­do di ave­re strut­tu­re capa­ci di por­re le basi per l’organizzazione di un ser­vi­zio sani­ta­rio rispon­den­te al biso­gno di tute­la e di cura del­la salu­te. Quin­di, pre­sta­zio­ni qua­li­fi­ca­te e che sia­no in gra­do di inver­ti­re un trend nega­ti­vo e di rea­liz­za­re una con­di­zio­ne di ritro­va­ta fidu­cia da par­te dei cit­ta­di­ni ver­so il siste­ma sani­ta­rio, abbas­san­do a livel­li fisio­lo­gi­ci il ricor­so alla mobi­li­tà pas­si­va. L’obiettivo è que­sto, per que­sto lavo­re­re­mo. Oggi abbia­mo fis­sa­to un tas­sel­lo impor­tan­te nel­la con­cre­tez­za del per­cor­so fis­sa­to e alle impre­se abbia­mo chie­sto in que­sto sen­so di acce­le­ra­re i tem­pi per la pre­sen­ta­zio­ne dei pro­get­ti ese­cu­ti­vi in modo tale che entro fine esta­te, ini­zio autun­no, si pos­sa­no apri­re i can­tie­ri». «Noi abbia­mo un solo inte­res­se – ha con­clu­so Oli­ve­rio – quel­lo di costrui­re un siste­ma sani­ta­rio effi­cien­te e qua­li­fi­ca­to rispon­den­te alle esi­gen­ze di cura di noi stes­si e dei nostri cit­ta­di­ni per­ché chi vive in Cala­bria pos­sa viver­ci con la stes­sa tran­quil­li­tà e sicu­rez­za di ave­re le pre­sta­zio­ni sani­ta­rie ido­nee che si han­no altro­ve». L’assessore De Gae­ta­no ha espres­so sod­di­sfa­zio­ne per il risul­ta­to rag­giun­to. «Con i cit­ta­di­ni del­la Pia­na di Gio­ia Tau­ro – ha det­to – è sta­to pre­so un impe­gno che oggi si è man­te­nu­to. Segui­re­mo que­sta par­ti­ta e, a tale sco­po, è sta­ta anche costi­tui­ta una task for­ce pro­prio per evi­ta­re pos­si­bi­li con­ten­zio­si o bloc­chi».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*