Fratoianni (Sel): "Minacce di morte dei boss mafiosi al sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza"

Gianni Speranza

ROMA – "Oggi un quo­ti­dia­no cala­bre­se rive­la con ampio risal­to che nei con­fron­ti del sin­da­co di Lame­zia, Gian­net­to Spe­ran­za, nel cor­so di un col­lo­quio inter­cet­ta­to nel 2012 dal­le for­ze dell'ordine, il boss del­la ndran­ghe­ta di Cutro, Ara­cri, rivol­ge­va inquie­tan­ti e pesan­ti paro­le con minac­ce di mor­te". Lo affer­ma Nico­la Fra­to­ian­ni, coor­di­na­to­re nazio­na­le di Sel appe­na appre­sa la noti­zia, dall'assemblea nazio­na­le degli ammi­ni­stra­to­ri loca­li in cor­so a Caser­ta. "Ovvia­men­te – pro­se­gue il coor­di­na­to­re di Sel – spet­ta alla magi­stra­tu­ra sta­bi­li­re e capi­re il fon­da­men­to e la natu­ra di que­ste paro­le minac­cio­se". "Spe­ran­za rap­pre­sen­ta in Cala­bria – con­clu­de Fra­to­ian­ni – la buo­na poli­ti­ca e la trin­cea più espo­sta nel­la affer­ma­zio­ne del­la lega­li­tà e dell'onestà nell'amministrare la cosa pub­bli­ca".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*