Frodi sui fondi europei, sequestrati beni per 230mila euro

CROTONE – I finan­zie­ri del Coman­do pro­vin­cia­le di Cro­to­ne han­no seque­stra­to beni per 230 mila euro a die­ci impren­di­to­ri inda­ga­ti per truf­fa aggra­va­ta nell'ambito di una inda­gi­ne con­tro gli ille­ci­ti in mate­ria di spe­sa pub­bli­ca. Gli accer­ta­men­ti sono sta­ti com­piu­ti com­ples­si­va­men­te nei con­fron­ti di 59 impren­di­to­ri agri­co­li dei comu­ni di Iso­la Capo Riz­zu­to, Cutro, Stron­go­li per veri­fi­ca­re la legit­ti­mi­tà del­le per­ce­zio­ni di finan­zia­men­ti comu­ni­ta­ri nel set­to­re del­la poli­ti­ca agri­co­la comu­ne.

I dati acqui­si­ti, con­fron­ta­ti con le infor­ma­zio­ni otte­nu­te dall'analisi dei fasci­co­li azien­da­li acqui­si­ti dall' Arcea (Agen­zia del­la Regio­ne Cala­bria per le ero­ga­zio­ni in agri­col­tu­ra) e dai Caa (Cen­tri assi­sten­za agri­co­la) ha por­ta­to alla sco­per­ta di istan­ze di acces­so ai con­tri­bu­ti comu­ni­ta­ri con l'uso di con­trat­ti di affit­to inte­sta­ti a sog­get­ti risul­ta­ti dece­du­ti o con fal­si tito­li di pos­ses­so e, di con­se­guen­za, alla de denun­cia di 45 respon­sa­bi­li per 10 dei qua­li è scat­ta­to il seque­stro su richie­sta del pm Ales­san­dro Rho.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.