Il presidente del Senato Grasso il 5 maggio a Rosarno per la giornata della Gerbera Gialla. Premio "Giornalisti in trincea" a Michele Albanese

ROSARNO – Il pre­si­den­te del Sena­to Pie­ro Gras­so par­te­ci­pe­rà il 5 mag­gio a Rosar­no alla ven­ti­due­si­ma gior­na­ta anti ndran­ghe­ta del­la Ger­be­ra Gial­la orga­niz­za­ta dal Coor­di­na­men­to anti­ma­fia Rife­ri­men­ti. Lo ren­de noto la pre­si­den­te del Coor­di­na­men­to, Adria­na Musel­la. Gras­so incon­tre­rà gli stu­den­ti che con­flui­ran­no nel­la cit­tà del­la Pia­na da tut­ta la Cala­bria. "La Ger­be­ra Gial­la – è scrit­to in una nota – nasce sim­bo­li­ca­men­te a Reg­gio Cala­bria nel mag­gio del 1993 per ricor­da­re la stra­ge in cui la ndran­ghe­ta disin­te­grò l'ingegnere Gen­na­ro Musel­la. Oggi è con­si­de­ra­to il fio­re sim­bo­lo del­la resi­sten­za alla cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta e in memo­ria di quel­la mor­te è dedi­ca­to a tut­te le vit­ti­me di mafia. Il Pre­si­den­te del Sena­to apri­rà a Rosar­no il per­cor­so nazio­na­le del­la memo­ria dedi­ca­to alle vit­ti­me di mag­gio, da Musel­la a Impa­sta­to, da Fal­co­ne alle vit­ti­me dei Geor­go­fi­li, da Basi­le a Mon­ti­na­ro, da Schi­fa­ni a Con­giu­sta". Nel cor­so del­la mani­fe­sta­zio­ne saran­no con­se­gna­ti i rico­no­sci­men­ti Ger­be­ra Gial­la 2015. 

Pre­mio spe­cia­le Ger­be­ra Gial­la 2015 al corag­gio del super testi­mo­ne che ha per­mes­so la chiu­su­ra del­le inda­gi­ni sul delit­to di Fran­ce­sca Bel­loc­co. Gli altri rico­no­sci­men­ti andran­no al pro­cu­ra­to­re di Firen­ze, Giu­sep­pe Creaz­zo; al segre­ta­rio del­la Cei, mon­si­gnor Nun­zio Galan­ti­no; a don Pino De Masi dell'associazione Libe­ra, ed a Die­go Bou­chè, diret­to­re dell'ufficio sco­la­sti­co del­la Cala­bria. Per "Gior­na­li­sti in Trin­cea" il pre­mio andrà a Miche­le Alba­ne­se, del Quo­ti­dia­no del sud, e Pao­lo Bor­ro­me­ti, dell'Agi. Un rico­no­sci­men­to par­ti­co­la­re sarà poi quel­lo con­tro il raz­zi­smo che il Coor­di­na­men­to Rife­ri­men­to ha asse­gna­to alla squa­dra dei migran­ti Koa Bosca, recen­te­men­te ogget­to di insul­ti e per­cos­se duran­te una par­ti­ta in pro­vin­cia di Vibo Valen­tia.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*