Il sindaco di Brescello replica a Fava: "Contro di me una macchina del fango"

Marcello Coffrini

BOLOGNA – "Appren­do con stu­po­re e sde­gno, la per­si­no incre­di­bi­le dichia­ra­zio­ne dell'onorevole Clau­dio Fava". Il sin­da­co di Bre­scel­lo Mar­cel­lo Cof­fri­ni è inter­ve­nu­ti con una note per repli­ca­re all'appello di Fava al Pre­si­den­te del­la Repub­bli­ca per­ché lo desti­tui­sca dal suo inca­ri­co ammi­ni­stra­ti­vo. "Trat­ta­si di un'ennesima dimo­stra­zio­ne del­le vee­men­za con la qua­le è sta­ta avvia­ta e man­te­nu­ta per mesi nei miei con­fron­ti una per­si­no vio­len­ta mac­chi­na del fan­go – ha det­to Cof­fri­ni -. Non ho mai loda­to nes­sun con­dan­na­to per mafia; né tan­to meno sono mai sta­to ami­co di qual­cu­no in tali con­di­zio­ni. Non ho mai in alcu­na manie­ra 'tes­su­to pub­bli­che lodi' a favo­re di alcu­no, men che meno appar­te­nen­te alla mala­vi­ta orga­niz­za­ta. Non sono mai sta­to sot­to­po­sto ad alcu­na inda­gi­ne giu­di­zia­ria per ragio­ni di mafia; per il sem­pli­ce moti­vo non sus­si­ster­ne le ragio­ni".

Cof­fri­ni sostie­ne che l'attacco nei suoi con­fron­ti è "basa­to su pale­si fal­si­tà e defor­ma­zio­ni dei fat­ti". "Ho pre­so posi­zio­ne sul­le mie dichia­ra­zio­ni – con­ti­nua Cof­fri­ni nel­la nota – ho fat­to auto­cri­ti­ca sul con­te­nu­to del­le mede­si­me e ho rice­vu­to, sul pun­to, la fidu­cia del mio con­si­glio comu­na­le al qua­le ave­vo rimes­so la deci­sio­ne sul mio man­da­to". E aggiun­ge: "Non ho nul­la da teme­re da un even­tua­le inter­ven­to del Pre­si­den­te del­la Repub­bli­ca che anzi auspi­co dal momen­to che non potrà non ren­der­si subi­to con­to del­la incon­si­sten­za, non disgiun­ta da aper­ta fazio­si­tà e, riba­di­sco, fal­si­tà, di quan­to mi è ascrit­to".

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*