Milano, il Gip dispone il giudizio immediato per 57 persone accusate di far parte di cosche di ndrangheta

MILANO – Il gip Gen­na­ro Mastran­ge­lo ha accol­to la richie­sta dei pm mila­ne­si Pao­la Bion­do­lil­lo e Mar­cel­lo Tatan­ge­lo e ha dispo­sto il giu­di­zio imme­dia­to per 57 per­so­ne accu­sa­te aver fat­to par­te o esse­re sta­te al ser­vi­zio di una cosca radi­ca­ta a Mila­no e lega­ta al clan di Reg­gio Cala­bria Libri-De Ste­fa­no-Tega­no. Il pro­ces­so si apri­rà davan­ti al Tri­bu­na­le il pros­si­mo 28 apri­le.

I 57 impu­ta­ti era­no sta­ti arre­sta­ti lo scor­so 16 dicem­bre dai cara­bi­nie­ri del nucleo inve­sti­ga­ti­vo del coman­do pro­vin­cia­le di Mila­no nell'ambito di un'indagine coor­di­na­ta dai due pm e dal Pro­cu­ra­to­re aggiun­to Ilda Boc­cas­si­ni e che ha por­ta­to a sman­tel­la­re una 'loca­le' che ope­ra­va nel­la zona tra piaz­za Pre­al­pi a via­le Cer­to­sa. Gli affi­lia­ti avreb­be­ro ope­ra­to secon­do un cano­vac­cio clas­si­co: estor­sio­ni, inti­mi­da­zio­ni, ai dan­ni di impren­di­to­ri che da vit­ti­me sareb­be­ro diven­ta­ti orga­ni­ci alla cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta. E poi traf­fi­co di dro­ga i cui pro­ven­ti sareb­be­ro sta­ti rici­cla­ti in ope­ra­zio­ni appa­ren­te­men­te lega­li, come il ten­ta­ti­vo, anda­to in por­to, di con­clu­de­re un affa­re sul­la for­ni­tu­ra del ser­vi­zio di risto­ra­zio­ne a San Siro. 

Tra le per­so­ne man­da­te a pro­ces­so in imme­dia­to ci sono il pre­sun­to capo del­la cosca Giu­lio Mar­ti­no, i suoi fra­tel­li Dome­ni­co e Vin­cen­zo, ed anche un ex cara­bi­nie­re del Nucleo tute­la del lavo­ro, Car­lo Mile­si (che ha ammes­so gli adde­bi­ti), un ex poli­ziot­to, Mar­co John­son, e alcu­ni impren­di­to­ri 'ami­ci', tra i qua­li, Cri­stia­no Sala, colui che ha con­sen­ti­to al clan di met­te­re le mani sul ser­vi­zio cate­ring per le par­ti­te del Milan al Meaz­za. Da quan­to si è appre­so un nume­ro con­si­sten­te di impu­ta­ti ha già chie­sto o ha inten­zio­ne di pat­teg­gia­re la pena.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*