Ndrangheta e voto di scambio alle Regionali 2010: quell’impegno della cosca Pelle con l’avvocato di fiducia

Clau­dio Cor­do­va Ildispaccio.it REGGIO CALABRIAChiac­chie­re in liber­tà che, comun­que, gli inqui­ren­ti non han­no veri­fi­ca­to e in cui, nes­su­na tra le per­so­ne cita­te, va det­to, risul­ta inda­ga­ta. E però le con­ver­sa­zio­ni agli atti dell'indagine "Rea­le 6" che ha ripor­ta­to in car­ce­re l'ex con­si­glie­re regio­na­le San­ti Zap­pa­là, con l'accusa di voto di scam­bio mafio­so con la cosca Pel­le di San Luca, for­ni­sco­no qual­che noti­zia in più (al momen­to pri­va di riscon­tro) sui pre­sun­ti appog­gi elet­to­ra­li che i can­di­da­ti alle regio­na­li nel 2010 era­no riu­sci­ti a pro­cu­rar­si a San Luca. 

A par­la­re è, anco­ra una vol­ta, l'allora sin­da­co del bor­go aspro­mon­ta­no del­la Locri­de, Seba­stia­no Gior­gi, già con­dan­na­to in pri­mo gra­do nel pro­ce­di­men­to "Ingan­no". Le sue con­ver­sa­zio­ni sono tra gli indi­zi che han­no ripor­ta­to in gab­bia Zap­pa­là, già con­dan­na­to in via defi­ni­ti­va per cor­ru­zio­ne elet­to­ra­le, pro­prio a cau­sa del­le con­ver­sa­zio­ni cap­ta­te a casa Pel­le a Bova­li­no, nel­le set­ti­ma­ne ante­ce­den­ti al voto regio­na­le che san­ci­rà la vit­to­ria schiac­cian­te di Pep­pe Sco­pel­li­ti. Gior­gi, par­lan­do con diver­se per­so­ne, farà rife­ri­men­to ai pre­sun­ti accor­di, lau­ta­men­te ripa­ga­ti, che Zap­pa­là sareb­be riu­sci­to a strin­ge­re con le cosche del luo­go. Ma anche in altre con­ver­sa­zio­ni, l'allora pri­mo cit­ta­di­no di San Luca fareb­be rife­ri­men­to a varie pre­sun­te spe­cu­la­zio­ni poli­ti­che che era­no in cor­so e fina­liz­za­te alla rac­col­ta di voti. 

Il sin­da­co, indi­che­rà, per aver­lo evi­den­te­men­te appre­so pro­prio da Seba­stia­no Pel­le, espo­nen­te del­la fami­glia "Gam­baz­za", i nomi­na­ti­vi di alcu­ni can­di­da­ti che avreb­be­ro stret­to pat­ti poli­ti­co mafio­si con la cosca Pel­le. Innan­zi­tut­to quel­lo di Pie­ri­no Nuce­ra. Pie­tro Anto­nio Nuce­ra, già coin­vol­to nei pre­ce­den­ti pas­sag­gi dell'inchiesta, il qua­le avreb­be un rap­por­to di com­pa­ra­to con Seba­stia­no Pel­le ("… incom­pr. … se tu vai a vede­re nel pae­se, ci sono i mani­fe­sti … incom­pr. … dot­to­re Pie­tri­no … Pie­tro Nuce­ra … Sai chi è Pie­tro Nuce­ra? … Eh, è quel­lo che si è can­di­da­to con noi con Ita­lia dei valo­ri … Lui è venu­to da me, gli ho det­to io di can­di­dar­si in que­sta lista che lo appog­gia­mo … … e non ha volu­to, è volu­to anda­re con altra lista, … incom­pr. … lista dei socia­li­sti, con quel­la che ha là non vie­ne, per­ché non ven­go­no … incom­pr. … appog­gia­no la lista che l'hanno fat­ta la stes­sa e che … incom­pr. …" Pie­ro, se tu pen­si che lì puoi sali­re, vai e can­di­da­ti, ora guar­da la … io, Pie­ri­no è ami­co mio, quan­do è sta­to … che l'ha por­ta­to nel­la lista per can­di­dar­si con Di Pie­tro? Io! Ti ricor­di? … Tut­ta que­sta cosa … ora lui, han­no il "san Gio­van­ni" con Bastia­no, … incom­pr. … allo­ra Bastia­no con lui … incom­pr. … insie­me, … incom­pr. …").

Il loqua­ce sin­da­co di San Luca, quin­di, indi­che­reb­be ulte­rio­ri sog­get­ti che, a suo dire, ave­va­no con­clu­so accor­di poli­ti­co mafio­si con la cosca Pel­le "Gam­baz­za" men­zio­nan­do innan­zi­tut­to l'ex con­si­glie­re regio­na­le socia­li­sta, Cosi­mo Che­ru­bi­no, già con­dan­na­to in pri­mo gra­do per appar­te­nen­za alla poten­tis­si­ma cosca Com­mis­so di Sider­no. Poi arri­va il rife­ri­men­to al "mari­to del­la pre­si­de" che i Cara­bi­nie­ri del Ros e i mili­ta­ri del­la Guar­dia di Finan­za iden­ti­fi­ca­no nell'avvocato Loren­zo Gat­to, sto­ri­co difen­so­re di fidu­cia di diver­si espo­nen­ti del­la cosca Pel­le di San Luca: "… incom­pr. … l'altra sera, Bastia­no, ho incon­tra­to (mi 'mbat­tiu) … omis­sis …, mi ha det­to "sai, fam­mi una cor­te­sia" … è capi­ta­to Bastia­no è venu­to a tro­var­mi là … ed han­no pre­so impe­gni; Cosi­mo Che­ru­bi­no han­no pre­so impe­gni; col mari­to del­la pre­si­de han­no pre­so impe­gni. Lo sai che il mari­to del­la pre­si­de sono tut­ti una cosa … lo sape­vi no? …" 

Stan­do alle car­te rac­col­te dai pub­bli­ci mini­ste­ri Nico­la Grat­te­ri, Anto­nio De Ber­nar­do e Gio­van­ni Musa­rò, Gior­gi cono­sce­va il rap­por­to pro­fes­sio­na­le di Gat­to con i Pel­le, sot­to­li­nean­do che que­sti era l'Avvocato che cura­va gli inte­res­si del­la fami­glia "Gam­baz­za" ("… eh … è il suo avvo­ca­to …") e ripor­ta­va, inol­tre, un epi­so­dio che vedreb­be coin­vol­to Seba­stia­no Pel­le, il qua­le avreb­be fat­to pres­sio­ni su di lui quan­do si sareb­be­ro veri­fi­ca­ti dei pro­ble­mi con la Pre­si­de. Chiac­chie­re in liber­tà, quel­le di Gior­gi. Chiac­chie­re che, in alcu­ni casi, gli inqui­ren­ti han­no valo­riz­za­to nel cor­pus indi­zia­rio su Zap­pa­là, ma che, in altri casi (come que­sto) non han­no acqui­si­to alcu­na valen­za di natu­ra pena­le. Cio­no­no­stan­te nell'ordinanza fir­ma­ta dal Gip Cin­zia Baril­là si leg­ge: "Il rife­ri­men­to alla Pre­si­de ed al mari­to di que­sta, l'Avv. Gat­to, va valu­ta­to alla luce del fat­to che fra i can­di­da­ti alle ele­zio­ni regio­na­li vi era Nuce­ra Gio­van­ni, fra­tel­lo di Nuce­ra Mar­ghe­ri­ta, appun­to Diri­gen­te sco­la­sti­co dell'Istituto Com­pren­si­vo Cor­ra­do Alva­ro di San Luca". 

La pre­si­de Mar­ghe­ri­ta Nuce­ra è la moglie dell'avvocato Gat­to e il fra­tel­lo Gio­van­ni Nuce­ra era nel 2010 can­di­da­to con la lista Psi e Sini­stra con Ven­do­la. Non ver­rà elet­to. Ci riu­sci­rà, però, alcu­ni mesi fa, allor­quan­do diven­te­rà con­si­glie­re regio­na­le (tut­to­ra in cari­ca) con la lista "La Sini­stra" in appog­gio a Mario Oli­ve­rio. Fat­to sta che, comun­que, non sarà ogget­to dell'accertamento degli inqui­ren­ti alcun tipo di appog­gio elet­to­ra­le, come inve­ce affer­me­reb­be Gior­gi nel­le pro­prie con­ver­sa­zio­ni. Il can­di­da­to di rife­ri­men­to dei Pel­le, dun­que, sareb­be sta­to, secon­do i magi­stra­ti, il medi­co Pie­tro Anto­nio Nuce­ra, già coin­vol­to nel­le pre­ce­den­ti inda­gi­ni. Pur­tut­ta­via, tra il mate­ria­le che ha ripor­ta­to in car­ce­re Zap­pa­là vie­ne inse­ri­ta anche l'intercettazione in cui si fa rife­ri­men­to ad altri sog­get­ti.

Una cir­co­stan­za, quel­la riguar­dan­te i pre­sun­ti accor­di raccon­ta­ti (o mil­lan­ta­ti) da Gior­gi, che, secon­do quan­to si leg­ge nell'ordinanza a fir­ma del Gip Cin­za Baril­là, tro­ve­reb­be con­fer­ma in un'ulteriore con­ver­sa­zio­ne in cui il sin­da­co di San Luca, rac­con­tan­do ad un altro inter­lo­cu­to­re l'incontro avu­to con Seba­stia­no Pel­le "Gam­baz­za", men­zio­na­va tale cir­co­stan­za ("… omis­sis … Eh … loro sono che com­bi­na­no tut­ti que­sti … ho pre­so e gli ho det­to "Bastia vuoi che ti dico una cosa? Tu hai pre­so impe­gni l'altra sera con … omis­sis … a Reg­gio?" Dice, "si." "Hai pre­so impe­gni con Pie­ri­no Nuce­ra?" Dice, "si." "Hai pre­so impe­gni con il fra­tel­lo del­la pre­si­de?" Dice, "si." "E vedi di man­te­ner­li …" mi segui? … omis­sis …").

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*