Ndrangheta spa, un'azienda da 53 miliardi di fatturato

Rober­to Galul­lo Ilsole24ore.com IL FATTURATO, di 52,6 miliar­di all'anno, è degno di una mul­ti­na­zio­na­le, qua­le la ndran­ghe­ta è da tem­po. E visto che le cosche sono agen­zie di ser­vi­zi e la dro­ga è il "male" più richie­sto, è sem­pre il nar­co­traf­fi­co a far lie­vi­ta­re i rica­vi, a pro­te­zio­ne dei qua­li la cosid­det­ta ono­ra­ta socie­tà può con­ta­re su alme­no 380 fami­glie in set­te aree con­ti­nen­ta­li, con oltre 50mila affi­lia­ti.

Le sti­me sul giro d'affari – pari al 3,4% del Pil ita­lia­no – sono con­te­nu­te nel libro L'impero del­la ndran­ghe­ta (Giu­lio Per­ro­ne Edi­to­re), scrit­to dal­la par­la­men­ta­re Dori­na Bian­chi e dall'economista Raf­fae­le Rio (le ana­li­si sta­ti­sti­che sono dell'Istituto Demo­sko­pi­ka). Oggi la pre­sen­ta­zio­ne a Roma con il pre­si­den­te del Sena­to, Pie­ro Gras­so e il mini­stro dell'Interno, Ange­li­no Alfa­no.

Il traf­fi­co di stu­pe­fa­cen­ti deter­mi­na gua­da­gni per 24, miliar­di, il rici­clag­gio assi­cu­ra 19,6 miliar­di, estor­sio­ni ed usu­ra 2,9 miliar­di, gli appal­ti pub­bli­ci 2,4 miliar­di men­tre il gio­co d'azzardo garan­ti­sce 1,3 miliar­di (ed è un feno­me­no in cre­sci­ta). Meno rile­van­ti i pro­ven­ti dal traf­fi­co di armi (700 milio­ni), rifiu­ti ille­ci­ti (670 milio­ni), pro­sti­tu­zio­ne (370 milio­ni), con­traf­fa­zio­ne (330 milio­ni) e immi­gra­zio­ne clan­de­sti­na (130 milio­ni).

«La ndran­ghe­ta – spie­ga­no Dori­na Bian­chi e Raf­fae­le Rio – è riu­sci­ta a infi­lar­si ovun­que si pro­du­ce ric­chez­za, dove c'è dena­ro pub­bli­co, pene­tran­do ovun­que, nei set­to­ri e nei mer­ca­ti tra­di­zio­na­li ed emer­gen­ti: dro­ga, rifiu­ti, estor­sio­ni, gio­co d'azzardo, com­mer­cio al det­ta­glio, por­ti, sani­tà. E poi, anco­ra, turi­smo, agri­col­tu­ra, ambi­ti, que­sti ulti­mi, nei qua­li gli ndran­ghe­ti­sti sono diven­ta­ti dei veri e pro­pri spe­cia­li­sti nel­le fro­di ai dan­ni del­la Comu­ni­tà euro­pea».

Se è asso­da­to che il com­mer­cio di dro­ga garan­ti­sce qua­si un euro su due nel por­ta­fo­glio del­le cosche, vale la pena di sof­fer­mar­si pro­prio sull'interesse del­le cosche sui fon­di Ue 2014–2020. Il rici­clag­gio di dena­ro rap­pre­sen­ta un impres­sio­nan­te mol­ti­pli­ca­to­re degli affa­ri del­le ndri­ne pari a 19,6 miliar­di e il ricor­so ai fon­di pub­bli­ci ero­ga­ti dall'Unione Euro­pea è sicu­ra­men­te uno dei cana­li pri­vi­le­gia­ti di finan­zia­men­to e rici­clag­gio (la sola Cala­bria dovreb­be bene­fi­cia­re di alme­no altri tre miliar­di di fon­di comu­ni­ta­ri). Sul ver­san­te degli appal­ti pub­bli­ci il fat­tu­ra­to dei grup­pi cri­mi­na­li cala­bre­si è di 2,4 miliar­di, che met­te in evi­den­za una pre­sen­za domi­nan­te del­le 'ndri­ne negli appal­ti, nei subap­pal­ti, negli affi­da­men­ti e nel­le for­ni­tu­re di ser­vi­zi e beni mai visto. Basti cita­re i lavo­ri di ammo­der­na­men­to del trat­to cala­bre­se dell'autostrada Saler­no-Reg­gio Cala­bria che ha visto la mala­vi­ta loca­le pro­cu­rar­si la com­pli­ci­tà dei diret­to­ri dei can­tie­ri appal­ta­ti e la col­lu­sio­ne con fun­zio­na­ri in rela­zio­ne alle auto­riz­za­zio­ni di subap­pal­ti e alle varian­ti in cor­so d'opera. 

Nei pri­mi 10 mesi del 2012 l'Amministrazione Mono­po­li di Sta­to ha rac­col­to oltre 70 miliar­di (+15% rispet­to allo stes­so perio­do del 2011): una cifra che non lascia indif­fe­ren­ti le cosche. Lot­te­rie e slot machi­ne gene­ra­no pro­fit­ti per 1,3 miliar­di. 

Con lo sfrut­ta­men­to del­la pro­sti­tu­zio­ne e l'immigrazione clan­de­sti­na la cri­mi­na­li­tà orga­niz­za­ta cala­bre­se rica­va pro­ven­ti ille­ci­ti per 500 milio­ni: 370 milio­ni dal­lo sfrut­ta­men­to del­la pro­sti­tu­zio­ne e 130 milio­ni dall'immigrazione clan­de­sti­na.

Dori­na Bian­chi, Raf­fae­le Rio

L'impero del­la ndran­ghe­ta. Radio­gra­fia di una orga­niz­za­zio­ne cri­mi­na­le in con­ti­nua espan­sio­ne

Giu­lio Per­ro­ne Edi­to­re

Euro 15.20

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.