Omicidio Kuciak, Gratteri: "La ndrangheta è in tutta Europa, ed è capace di azioni del genere"

CATANZARO – «È vero­si­mi­le che die­tro l’omicidio ci sia­no le fami­glie cala­bre­si. È ovvio che la ndran­ghe­ta sia capa­ce di fare que­ste cose». Nico­la Grat­te­ri, Pro­cu­ra­to­re del­la Repub­bli­ca del­la Repub­bli­ca di Catan­za­ro inter­vie­ne ai micro­fo­ni di “Sei su Radio 1” sull’uccisione del repor­ter slo­vac­co Jan Kuciak spie­gan­do che «la ndran­ghe­ta è radi­ca­ta, non infil­tra­ta, non solo in tut­ta Ita­lia ma anche nei Pae­si euro­pei come Ger­ma­nia, Sviz­ze­ra ma anche nell’est euro­peo, oltre che in Slo­vac­chia anche in Bul­ga­ria e in Roma­nia. La ndran­ghe­ta si sta esten­den­do ver­so l’Est. Va dove c’è da gesti­re pote­re e dena­ro e dove ci sono da gesti­re oppor­tu­ni­tà. Le mafie stan­no acqui­stan­do lati­fon­di per pian­ta­re vigne­ti, per pian­ta­re col­tu­re, il cui fine è quel­lo di arri­va­re ai con­tri­bu­ti euro­pei. Un feno­me­no che acca­de in Ita­lia ma anche fuo­ri".

"Il dram­ma è che l’Europa non è attrez­za­ta sul pia­no nor­ma­ti­vo a con­tra­sta­re le mafie, in par­ti­co­la­re la ndran­ghe­ta. In Euro­pa da decen­ni non c’è la per­ce­zio­ne dell’esistenza del­la mafia, pro­va ne è che gli sta­ti euro­pei non voglio­no attrez­zar­si sul pia­no nor­ma­ti­vo come l’Italia. Anco­ra stan­no discu­ten­do se inse­ri­re nel loro ordi­na­men­to l’associazione a delin­que­re di stam­po mafio­so. L’Europa dovreb­be omo­lo­ga­re i codi­ci pena­le e di pro­ce­du­ra pena­le par­ten­do dal siste­ma ita­lia­no, ma non quel­lo deten­ti­vo che non fun­zio­na in Ita­lia. Quan­do si par­la di Pro­cu­ra euro­pea la mia pau­ra è che si vada all’omologazione al ribas­so, per­de­rem­mo un seco­lo di anti­ma­fia. Gri­de­rò fino a per­de­re la voce con­tro un’omologazione al ribas­so».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.