Processo Crimine, assolti Rocco Aquino e Salvatore Totino

REGGIO CALABRIA – I giu­di­ci del­la Cor­te d' appel­lo di Reg­gio Cala­bria han­no assol­to Roc­co Nico­la Aqui­no, di 66 anni, e Sal­va­to­re Toti­no coin­vol­ti nel pro­ces­so Cri­mi­ne con­tro le cosche del­la ndran­ghe­ta. Aqui­no è sta­to assol­to per non aver com­mes­so il fat­to, men­tre Toti­no per­ché il fat­to non sus­si­ste. I giu­di­ci del­la Cor­te d'appello han­no anche dispo­sto il dis­se­que­stro del­le quo­te del­la socie­tà Hotel Risto­ran­te Mira­ma­re di Mari­na di Gio­io­sa Joni­ca. Nel cor­so del pro­ces­so d'appello il pro­cu­ra­to­re gene­ra­le ave­va chie­sto l'assoluzione dei due impu­ta­ti. Nel luglio scor­so i difen­so­ri di Aqui­no, gli avvo­ca­ti Arman­do Vene­to, Nico D'Ascola, Fran­ce­sco Maz­za­fer­ro e Aldo Laba­te, ave­va­no chie­sto ed otte­nu­to la revo­ca dell'ordinanza di custo­dia cau­te­la­re nei con­fron­ti di Aqui­no. Nell'udienza di sta­ma­ne i giu­di­ci han­no emes­so la sen­ten­za con la qua­le han­no assol­to i due impu­ta­ti