Reggio Calabria, sì a mozione anti-gay coi voti del Pd. Sindaco: “Rimedieremo”

Lucio Muso­li­no Ilfattoquotidiano.it REGGIO CALABRIA – ll Con­si­glio comu­na­le di Reg­gio Cala­bria appro­va una mozio­ne, pre­sen­ta­ta dal con­si­glie­re di For­za Ita­lia Mas­si­mo Ripe­pi, a favo­re del­la fami­glia natu­ra­le e, aper­ta­men­te, con­tro gli omo­ses­sua­li. E lo fa con una mag­gio­ran­za com­po­sta anche dal Pd e dagli altri par­ti­ti del cen­tro­si­ni­stra. La deci­sio­ne ha sca­te­na­to una for­te pole­mi­ca in una cit­tà che si appre­sta­va a isti­tui­re il regi­stro del­le unio­ni civi­li e che, oggi, si schie­ra con­tro gay e cop­pie di fat­to. “Pro­ba­bil­men­te è sta­ta com­mes­sa qual­che leg­ge­rez­za nell’affrontare que­sto tema”, si difen­de il sin­da­co Giu­sep­pe Fal­co­ma­tà: “Dove­va esse­re un ordi­ne del gior­no sul­la fami­glia in gene­ra­le. Poi pro­ba­bil­men­te si è anda­ti un po’ oltre. A noi il com­pi­to di rime­dia­re”.

Dopo aver­lo appro­va­to, quin­di, il sin­da­co fa un pas­so indie­tro: “Dob­bia­mo rive­de­re que­sto docu­men­to. Pren­dia­mo le distan­ze dal­le paro­le di Ripe­pi”. Quest’ultimo però difen­de la sua mozio­ne: “È sta­ta una pagi­na ecce­zio­na­le nel­la sto­ria del Comu­ne di Reg­gio Cala­bria. Le unio­ni di fat­to sono il pro­dro­mo del matri­mo­nio tra due per­so­ne del­lo stes­so ses­so. È un’invasione”. Intan­to l’Arcigay di Reg­gio pro­te­sta: “Ci sen­tia­mo offe­si”. E c’è chi, come il segre­ta­rio comu­na­le dei Comu­ni­sti ita­lia­ni Ivan Tri­po­di par­la di “Cit­tà omo­fo­ba e tran­sfo­bi­ca. Que­sto è uno sfre­gio per i cit­ta­di­ni. La cosa tra­gi­co­mi­ca è che que­sto avvie­ne con il voto qua­si una­ni­me del Con­si­glio comu­na­le com­po­sto da 23 ele­men­ti su 32 dal­la mag­gio­ran­za di sedi­cen­te cen­tro­si­ni­stra”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*