Regione Calabria, Oliverio: “Per il voto indicherò la data del 26 gennaio 2020”

Il Fat­to Quo­ti­dia­no ANCHE LA CALABRIA si pre­pa­ra ad anda­re al voto il 26 gen­na­io, insie­me all’Emilia-Romagna. L’ha det­to ieri il gover­na­to­re Mario Oli­ve­rio (Dem), che insi­ste per rican­di­dar­si, nono­stan­te l’opposizione del­la segre­te­ria nazio­na­le del Pd. “In que­sti gior­ni, tra doma­ni e dopo­do­ma­ni, chie­de­rò un incon­tro ai pre­si­den­ti di Cor­te d’Appello e mi deter­mi­ne­rò. Pre­su­mo che pro­por­rò la data del 26 gen­na­io per­ché riten­go che sia neces­sa­rio dare il giu­sto tem­po”. E ha aggiun­to: “Non sono per uti­liz­za­re il mio van­tag­gio, come se si trat­tas­se di gio­ca­re una par­ti­ta a scac­chi. Qui stia­mo par­lan­do del­la Cala­bria e dal pri­mo momen­to ho det­to che non avrei fat­to e non farò que­sta scel­ta sul­la base di accor­gi­men­ti tat­ti­ci, ma sul­la base di una valu­ta­zio­ne che deve con­sen­ti­re a tut­ti di pre­pa­ra­re bene la com­pe­ti­zio­ne elet­to­ra­le. Non appar­tie­ne alla mia cul­tu­ra il gio­co tat­ti­co sul­la pel­le di un ter­ri­to­rio”. Oli­ve­rio, che comun­que si pre­sen­ta soste­nu­to da uno schie­ra­men­to tra­sver­sa­le di cen­tro­si­ni­stra, ieri ha riba­di­to: “Se il com­mis­sa­rio del Pd inten­de avan­za­re una can­di­da­tu­ra meno divi­si­va, una can­di­da­tu­ra che abbia più for­za per aggre­ga­re una coa­li­zio­ne anco­ra più lar­ga e plu­ra­le tiri fuo­ri il nome”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.