Rosarno, la polizia scopre un bunker sotterraneo per i latitanti

ROSARNO – Un bun­ker di oltre 20 metri qua­dra­ti, rea­liz­za­to in mura­tu­ra, è sta­to sco­per­to nel sot­to­suo­lo del­le cam­pa­gne di Rosar­no dagli uomi­ni del­la Squa­dra mobi­le di Reg­gio Cala­bria impe­gna­ti nel­la ricer­ca di lati­tan­ti. Il nascon­di­glio, che è sta­to seque­stra­to, si ritie­ne sia sta­to uti­liz­za­to da lati­tan­ti di ndran­ghe­ta. La strut­tu­ra, com­ple­ta­men­te inter­ra­ta e mime­tiz­za­ta con lo sta­to natu­ra­le dei luo­ghi cir­co­stan­ti, è sor­ve­glia­ta da alcu­ne micro­te­le­ca­me­re ester­ne nasco­ste nel­le vici­nan­ze. Al bun­ker si acce­de da una boto­la in cemen­to che si apre a scom­par­sa scor­ren­do su appo­si­ti bina­ri a cir­ca mez­zo metro sot­to la super­fi­cie. Dal­la boto­la, attra­ver­so un poz­zo ver­ti­ca­le, si entra in un cuni­co­lo-cor­ri­do­io lun­go cir­ca nove metri che con­du­ce alla stan­za bun­ker muni­ta di illu­mi­na­zio­ne elet­tri­ca, let­ti, cuci­na e bagno. Del­la sco­per­ta del bun­ker è sta­ta infor­ma­ta la Dda di Reg­gio Cala­bria. Gli esper­ti del­la Poli­zia scien­ti­fi­ca han­no effet­tua­to accer­ta­men­ti alla ricer­ca di trac­ce uti­li.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.